Crespadoro

Il paese va in Ferrari: è sindaca per 6 voti

Elisa Maria Ferrari esulta per la vittoria all'ultimo voto
Elisa Maria Ferrari esulta per la vittoria all'ultimo voto
Elisa Maria Ferrari esulta per la vittoria all'ultimo voto
Elisa Maria Ferrari esulta per la vittoria all'ultimo voto

La corsa al femminile per Crespadoro si è chiusa su una manciata di schede. Soltanto con 6 voti di vantaggio Elisa Maria Ferrari l'ha spuntata sulla sindaca uscente Emanuela Dal Cengio.

"Crespadoro unita" si aggiudica così il paese, che è spaccato a metà. La lista vincitrice ottiene 406 voti, la sconfitta "Continuiamo insieme per Crespadoro" si ferma a 400. Un derby al femminile che ha tenuto con il fiato sospeso fino a sera. I seggi delle frazioni hanno visto in vantaggio fin da subito Ferrari. Ma il capoluogo ha visto recuperare Dal Cengio. Poi il testa a testa con la corsa all'ultimo voto. «È stata molto dura però l'abbiamo spuntata. Vincere di così poco non era nelle mie previsioni, è ancora più emozionante», commenta Elisa Maria Ferrari, raggiante davanti al seggio del capoluogo. Sui voti ottenuti: «Avere la metà del paese è sempre qualcosa da dimostrare a qualcuno, che la tua visione è quella corretta. Con tanto lavoro da fare per convincere la gente». Elisa Maria Ferrari sottolinea che la vittoria è il risultato del lavoro di gruppo, che sarà pure la linea del mandato. «Un lavoro di tutto il gruppo. Non sarà una persona sola, ma sarà tutto il gruppo che lavora per il paese e confidiamo di arrivare un giorno ad una Crespadoro unita, e non spaccata come oggi purtroppo». Oggi intanto sarà ancora festa, essendo il compleanno della neo eletta sindaca. Ma, dice, «ci mettiamo subito al lavoro per il paese, c'è tanto lavoro da fare. Tanto da ricostruire, rapporti da risaldare». Sui rapporti con la minoranza: «C'è da avviare una collaborazione costruttiva perché sono rappresentante di una grande percentuale del paese. Il dialogo dovrà essere costruttivo per forza». Un primo messaggio ai cittadini da parte di Elisa Maria Ferrari: «Ci impegneremo tantissimo per Crespadoro. Voglio dedicarmi al paese. Ci siamo e possono contare su di noi, anche se ci trovano per strada. Noi ci siamo resi disponibili ad ascoltare la nostra gente».

Il sindaco uscente, Emanuela Dal Cengio, accetta la sconfitta. «Il popolo è sovrano, l'ho sempre detto. A loro ora spetta amministrare perché questo è il verdetto. Faremo il nostro ruolo di minoranza, presenti per rappresentare i molti che ci hanno votato. Per quello che mi riguarda sono ben felice di come abbiamo lavorato in questi anni. Abbiamo trovato un bilancio disastrato, e oggi c'è un nutrito attivo».

Matteo Pieropan