CHIUDI
CHIUDI

10.09.2020 Tags: Arzignano , Raoul Singh , omicidio , uccide il padre , San Zeno di Arzignano

Ha ucciso il padre
Il figlio 18enne
ora torna libero

Raoul Singh (a destra) e i Ris sul luogo dell'omicidio a Arzignano. TROGU
Raoul Singh (a destra) e i Ris sul luogo dell'omicidio a Arzignano. TROGU

Raoul Singh ha lasciato il carcere. Il tribunale del Riesame ha annullato il provvedimento di custodia cautelare a carico del giovane di 18 anni accusato di aver ucciso il padre Arvinder durante una lite scoppiata il 19 agosto scorso a San Zeno di Arzignano, dove viveva la famiglia di origini indiane.

 

La settimana scorsa Raoul Singh aveva parlato per ore durante l’interrogatorio, spiegando di aver agito per difendere la madre e la sorella dagli attacchi del padre, già denunciato dalla moglie per maltrattamenti. La notte precedente al delitto Arvinder Singh aveva ferito il figlio con una lama, mandandolo all’ospedale. L’indomani, al rientro in casa, il dramma.

 

Il giovane ha sempre sostenuto di essersi difeso dal padre che avrebbe potuto ucciderlo. Ma la procura, che ha coordinato le indagini dei carabinieri di Valdagno, nutre dei dubbi su questa ricostruzione e gli contesta l’omicidio volontario aggravato.

 

 

Valentino Gonzato
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1