CHIUDI
CHIUDI

28.01.2020

Contrabbando di capi griffati Due cinesi finiti nei guai

Interessa marginalmente anche il Vicentino l’operazione conclusa dalla Guardia di Finanza di Como per contrabbando per oltre un milione di euro di capi griffati provenienti dalla Svizzera. Nel corso dei controlli è stata eseguito un ordine di perquisizione nei confronti di un cittadino cinese che abitava a Gambellara, ma che si è reso irreperibile. Nell’ambito dell’operazione i finanzieri avevano pedinato fino alla sua abitazione a Legnano, in provincia di Milano, un’altra persona sorpresa con in casa 300 capi d’abbigliamento e accessori dei più noti marchi di moda internazionali del valore commerciale, stando alla Gdf, di 400 mila euro circa, acquistati nel 2018 e destinati a clienti residenti in Cina. I vestiti venivano portati in Cina o tramite corrieri o attraverso connazionali compiacenti, con visto turistico temporaneo, i quali effettuavano i viaggi di ritorno in patria portandosi i capi griffati in comuni valigie da viaggio, per evitare i controlli in dogana. Nella case di altri due cittadini cinesi indagati, a Montebelluna in provincia di Treviso e a Gambellara era stata trovata documentazione fiscale inerente ulteriori acquisti di merce di contrabbando, per un valore di 600 mila euro dal 2017. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1