CHIUDI
CHIUDI

25.01.2020

Ospiti dell’Ipab aiutati da pet therapy e musica

Tonin presidente dell’Ipab.  M.P.
Tonin presidente dell’Ipab. M.P.

Si rinnovano le cariche all’Ipab Centro servizi Sant’Antonio di Chiampo e alta valle. Il sindaco Matteo Macilotti ha nominato il nuovo consiglio di amministrazione, che avrà il compito di traghettare la struttura per i prossimi anni fino al 2024. Riconfermato alla presidenza l’uscente Alessandro Tonin, già assessore e vicesindaco nell’era pre Macilotti. Ad affiancarlo nel Cda saranno Tiziana Pulvirenti, Laura Rossetto, Matteo Peltrin e Samuele Negro. «La nostra struttura è profondamente cambiata nel corso degli ultimi 15- 20 anni - spiega Alessandro Tonin -. Quella che un tempo era una casa di riposto oggi è diventata un moderno centro servizi con un’offerta variegata che va dai servizi residenziali, all’assistenza domiciliare fino al centro diurno». L’Ipab accoglie 112 ospiti non autosufficienti, con annesso centro diurno per altri 14 ospiti. Gestisce alcuni appartamenti per anziani autosufficienti con altre 14 persone e garantisce l’assistenza domiciliare per conto di tutti i comuni della Valle del Chiampo. Per quanto riguarda il personale in servizio, sono oltre cento i dipendenti occupati. «Stiamo parlando di una struttura che guarda al futuro e che si sta attrezzando per non farsi trovare impreparata di fronte ad una società che sta invecchiando e al tempo stesso cambia sempre più velocemente - continua Tonin-. Il tutto cercando il più possibile di garantire servizi di qualità e umanità, attivando progetti e proposte che valorizzino le potenzialità degli ospiti, mettendo al centro il benessere della persona, terapie alternative come pet therapy, doll therapy, attività educative e di stimolazione cognitiva individuale e di gruppo, ma anche musicoterapia». Si sta realizzando inoltre un percorso pluriennale di formazione su “L’ApproccioCapacitante” nella cura degli anziani fragili, in particolare quelli smemorati e disorientati, coinvolgendo anche i familiari. Ci sarà un incontro aperto a tutta la cittadinanza il 3 marzo. L’Ipab di Chiampo ha anche scuola materna con 125 bimbi e asilo nido con 27 piccoli. «Auguro al nuovo Consiglio di amministrazione un buon lavoro, nella consapevolezza che il compito è complesso e la sfida cruciale - dichiara il sindaco Matteo Macilotti-. In una società che invecchia è essenziale pensare e costruire servizi territoriali adeguati per la terza età, in grado di supportare le famiglie. Così come, per quanto attiene all’asilo, offrire un servizio educativo all’altezza delle sfide che l’oggi pone», conclude il primo cittadino Macilotti. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Matteo Pieropan
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1