CHIUDI
CHIUDI

11.12.2019

In viaggio dal Brasile per poter scoprire le origini di Portinari

Il sindaco Macilotti con la delegazione brasiliana del gemellaggio.  M.P.
Il sindaco Macilotti con la delegazione brasiliana del gemellaggio. M.P.

Gradita sorpresa ieri a Chiampo di un gruppo di cittadini da Brodowski, paese del Brasile appena gemellato con la città. Una delegazione di cinque persone ha fatto visita ai luoghi d’origine di Candido Portinari, il più celebre pittore brasiliano e tra i maggiori dell’America Latina. Sembra che il gemellaggio siglato dal sindaco con una delegazione chiampese a fine ottobre in Brasile, abbia già dato i primi frutti. Matteo Macilotti ha sottoscritto il patto di gemellaggio, sottolineando il ponte che lega Brodowski, città natale dell’artista Portinari, con le radici del Chiampo. Il padre del pittore, infatti, partì nel 1896 alla volta del Brasile per lavorare in una fazenda di San Paolo. Ieri sono arrivati questi nuovi inaspettati turisti, due dei quali erano presenti quando è stato firmato il gemellaggio. Una tra loro porta il cognome Zanella, come il poeta nato nell’abitazione di fronte a casa Portinari, nel “picciol borgo in erma Valle”. Durante la giornata il sindaco Matteo Macilotti e l’assessore Filippo Negro hanno fatto da Cicerone nel centro storico, nei luoghi di Giambattista Portinari e al santuario della Pieve. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.P.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1