CHIUDI
CHIUDI

18.07.2019

Il Comune regala alberi «Tutelare l’ambiente»

Una delle fasi di piantumazione all’interno di un’area verde.  ARCHIVIO
Una delle fasi di piantumazione all’interno di un’area verde. ARCHIVIO

Il Comune di Chiampo regala alberi ai cittadini. Con l’adesione al progetto “beLeafing – Miglioriamo l’aria ed il clima delle nostre città”, saranno distribuite gratis piante a chi ne farà richiesta. Finalità del progetto, che non ha scopi di lucro, è sensibilizzare sul rispetto della natura, sui cambiamenti climatici e sulla salvaguardia ambientale. Oltre al recupero ambientale il progetto ha anche una valenza culturale, in quanto negli eventi di distribuzione delle alberature verranno illustrati i vantaggi e i benefici: assorbimento dell’anidride carbonica e cattura delle polveri sottili. «Il progetto “beLeafing” è innovativo e l’Amministrazione comunale ha voluto supportarlo, in linea con la recente approvazione del Piano d’azione per l’energia sostenibile ed il clima - spiega l’assessore all’ambiente Massimo Masiero -. Più alberi significa maggiore qualità ambientale e un’azione concreta che punta a migliorare la vivibilità della nostra città». L’iniziativa sarà finanziata attraverso il sostegno nelle aziende del territorio. Durante l’estate gli addetti di “beLeafing” proporranno il progetto a industrie e realtà economiche; sono già diverse le medie e grandi imprese che hanno sottoscritto l’impegno. I vantaggi saranno anche occasioni di marketing e possibilità di sposare la causa green nella loro politica aziendale. I cittadini potranno scegliere tra 20 specie diverse di età compresa tra uno e tre anni: alberi da frutta selvatica (amolo, ciliegio, melo, pero), alberi sempreverdi (carpino, leccio, ligustro giapponese, roverella), alberi a crescita veloce (betulla bianca, pioppo, salice, tiglio), piante di dimensioni contenute (biancospino, corniolo, ligustro, palla di neve), piante resistenti ai cambiamenti climatici (bagolaro, acero, farnia, frassino). Una volta portato a casa e messo a dimora, l’albero dovrà essere fotografato. In questo modo sarà geolocalizzato e visibile on line, su un sito che permetterà di vedere dove si trovano tutte le piante distribuite. Ogni proprietario sarà custode e protagonista della vita di quell’albero, perché potrà scriverne la storia e lo sviluppo graduale. Il sito conterrà anche informazioni per ogni pianta, una sorta di scheda tecnica con le caratteristiche e le modalità di trattamento. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.P.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1