CHIUDI
CHIUDI

23.08.2019

«I pericoli sono troppi Più tutele»

Troppe uccisioni. Il Comune di Crespadoro chiede interventi rapidi ed efficaci. Il sindaco Emanuela Dal Cengio da tempo reclama tutele. «Sono molto preoccupata perché accanto alla perdita che subiscono pastori e allevatori c’è un nuovo aspetto che è quello del lupo diurno e vicinissimo alle abitazioni - dichiara -. Mi impegnerò, insieme ai sindaci della Lessinia, per portare possibili soluzioni alla problematica». Anche Orietta Fainelli, assessore di Crespadoro, non nasconde preoccupazione. «Le misure economiche messe in campo dalla Regione e gli sforzi fatti dagli allevatori non sono sufficienti per contrastare questi predatori - commenta -. Serve l’adozione di un adeguato Piano di gestione da parte del ministro dell’Ambiente. Molte aziende di montagna si sono convertite al biologico e producono latte, formaggi e carni di altissima qualità. Ma per questa pratica è basilare che il bestiame pascoli all’aperto. Sarebbe un controsenso costringere i produttori a ripiegare sull’allevamento intensivo lasciando ai rovi ettari di pascolo». © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.P.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1