CHIUDI
CHIUDI

14.06.2019

Batte la testa
giocando a calcio
Grave un 20enne

Il giovane ha battuto la testa contro la porta (FOTO ARCHIVIO)
Il giovane ha battuto la testa contro la porta (FOTO ARCHIVIO)

SAN PIETRO MUSSOLINO. Stava giocando a pallone in un torneo di calcio a 5 quando, durante un'azione, ha battuto la testa contro il cordolo che delimita il campo. Lì per lì, il giovane calciatore si è rialzato ed ha ripreso a giocare normalmente. Soltanto più tardi è caduto a terra venendo colto da una grave crisi epilettica.

Sono stati minuti drammatici quelli che ieri sera, verso le 22, hanno vissuto i compagni di squadra di un ragazzo ventenne, vittima di un incidente durante una partita di pallone giocata a San Pietro Mussolino, agli impianti sportivi di via don Giovanni Cosaro.

In una azione di gioco, il ragazzo avrebbe sbattuto pesantemente la testa contro un palo. Il giovane, colto da un crisi epilettica in seguito alla botta, è stato immediatamente soccorso dai compagni e da chi al momento si trovava in campo.

All'arrivo del Suem 118 gli sono state prestate le prime cure per rianimarlo. Poi il giovane è stato condotto prima all'ospedale di Arzignano e, dopo essere stato intubato, è stato trasferito a Vicenza dove ora si trova ricoverato in rianimazione con un grave trauma cerebrale.

 

 

 

 

 

 

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1