Crespadoro

Cade e ruzzola in una scarpata. Recupero difficile a causa della nebbia

Elisoccorso (Foto Archivio)
Elisoccorso (Foto Archivio)
Elisoccorso (Foto Archivio)
Elisoccorso (Foto Archivio)

Scivola lungo una scarpata mentre sta camminando con un'amica lungo il sentiero che dal Passo della Porta conduce a Contrà Castagna in Alta Valle del Chiampo. Escursionista infortunata recuperata soltanto all'imbrunire a causa della nebbia che ha rallentato le operazioni di soccorso con l'elicottero. Erano le 15.15 circa quando la centrale del Suem di Vicenza ha allertato il Soccorso alpino di Recoaro - Valdagno dopo che la donna era ruzzolata sul sentiero numero 203 a Crespadoro, per circa tre metri a valle nella scarpata laterale. Una squadra dei soccorritori è subito partita con i mezzi per poi proseguire a piedi l'avvicinamento, mentre veniva attivato anche l'elisoccorso. Decollato e arrivato verso Vicenza, l'elicottero di Treviso Emergenza è dovuto tornare indietro a causa della nebbia. È stata l'eliambulanza di Trento a raggiungere l'infortunata, ormai all'imbrunire, e a recuperarla con l'aiuto dei soccorritori. La donna, della quale al momento non sono note le generalità, aveva riportato nella caduta la probabile frattura di alcune dita della mano, un possibile trauma alla caviglia e contusioni al volto. Sul posto, in attesa dei volontari del Soccorso, l'amica e il marito di quest'ultima sopraggiunto nel frattempo.