CHIUDI
CHIUDI

20.08.2016

C’è il Targa system
Fermati 157 mezzi
privi di revisione

Uno degli impianti di controllo installati ad Arzignano.  FOTO MASSIGNAN
Uno degli impianti di controllo installati ad Arzignano. FOTO MASSIGNAN

Sono 157 i veicoli sanzionati, e posti sotto sequestro, per omessa revisione e 67 per mancata copertura assicurativa da inizio anno a fine luglio ad Arzignano grazie alle telecamere fisse del “targa system”, il sistema elettronico di sorveglianza intelligente, posizionato da gennaio su tre punti di accesso alla città, tutti con doppia telecamera, per registrare i veicoli in transito in entrambe le direzioni. Sono sulla provinciale Arzignano-Montecchio, alla rotatoria della Madonnetta; sulla Sp 31 in via Chiampo; a S. Bortolo sulla direttrice Arzignano-Montebello in via Montorso incrocio via del Commercio.

Le sanzioni comunque non vengono emesse direttamente sulla base delle rilevazioni del “targa system”, ma dalla pattuglia presente sulle strade, grazie alla dotazione di un tablet che registra i veicoli non in regola. Per la mancata copertura assicurativa si parla di 841 euro di multa, per omessa revisione di 168 euro.

«Se aggiungiamo anche i dati degli ultimi tre mesi del 2015 del targa system mobile, arriviamo a 374 omesse revisioni e 77 mancate coperture assicurative – spiega Massimo Parolin, comandante della polizia locale intercomunale Vicenza Ovest –; sono numeri importanti, se consideriamo che si tratta di una valle chiusa e quindi di traffico locale. Numeri su cui incidono diversi fattori. Sicuramente la crisi economica, ma anche, soprattutto per le revisioni, la dimenticanza. Di certo con notevoli problematiche, in termini di danni economici e sociali, in caso di incidente stradale senza copertura assicurativa dei veicoli».

Il nuovo sistema di telecamere intelligenti in città però si è rilevato di notevole importanza anche per fare chiarezza su alcuni incidenti stradali o su segnalazioni di scomparsa di una persona. Immagini tra l’altro condivise con carabinieri e guardia di finanza. «Il “targa system” è soprattutto uno strumento di indagine – continua Parolin –: ci ha consentito di individuare il responsabile di un incidente, comunque senza feriti, accaduto alla Madonnetta. L’auto si era data alla fuga, ma grazie al colore del veicolo e alle testimonianze, con il “targa system” siamo riusciti a individuare il mezzo, e quindi il proprietario, scappato verso Trissino. Così come a ritrovare un anziano che si era allontanato da Arzignano, grazie alla rilevazione dell’ultimo transito del suo veicolo verso Montebello».

«L’idea comunque è di potenziare il sistema – dice il sindaco Giorgio Gentilin – cominciando dai varchi di accesso alla zona industriale. Per questo chiederemo il sostegno, anche economico, del mondo delle imprese».

Per quanto riguarda infine i numeri dei passaggi, i dati registrati su tutti i varchi rilevano una media di 330mila veicoli a settimana: da lunedì a venerdì 260mila, media di 52mila giornalieri, che scendono a circa 40mila il sabato e a 30mila la domenica. Le fasce orarie di maggior transito, picchi di 5mila passaggi all’ora, sono dalle 7 alle 8, dalle 12 alle 13, dalle 16 alle 17.

Luisa Nicoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1