CHIUDI
CHIUDI

12.06.2019

Bambini e borse di studio Vent’anni di integrazione

Silvana Marchesini Mastrotto con alcuni bimbi del Karibuni.  ARCHIVIO
Silvana Marchesini Mastrotto con alcuni bimbi del Karibuni. ARCHIVIO

Karibuni spegne 20 candeline. Da principio si trattava di un’attività ludico-assistenzialistica non strutturata e gestita da coloro che volontariamente offrivano il proprio tempo, ma grazie all’intuizione di Silvana Marchesini Mastrotto e alla disponibilità dell’allora parroco di Arzignano don Giacomo Bravo che mise a disposizione alcuni locali, oggi è diventato un vero e proprio punto di riferimento. Se prima l’emergenza era soprattutto di tipo linguistico culturale, oggi sono toccati e risolti tutti i problemi legati agli aspetti della vita quotidiana, dalla cura della persona e della casa, fino all’istruzione scolastica. Ed ecco che il significato di Karibuni, che in lingua Swahili vuol dire “benvenuti”, significa anche e soprattutto un cuore pulsante di solidarietà, amicizia e amore per tanti bambini. Le aule a disposizione oggi sono quattro e gli alunni nell’ultimo anno sono arrivati a 101, provenienti da 13 Paesi diversi e di 6 diverse confessioni religiose. Oltre 30 i volontari, studenti e lavoratori coordinati da un team di professionisti. «Festeggiamo - spiega il presidente Vinicio Mascarello - 20 anni di attività con un’edizione speciale di Karibuni Express, il nostro giornale di cronaca annuale che vuole raccogliere le emozioni che tutti noi diamo e riceviamo da questo doposcuola unico. È un onore proseguire il lavoro svolto da chi mi ha preceduto, Silvana Marchesini Mastrotto alla quale siamo infinitamente grati per il suo operato. Karibuni Onlus è molto più di un doposcuola: nel tempo è cresciuta come punto di riferimento per nostri bambini, per le famiglie e le istituzioni. Ciò dimostra che la forza, la costanza e la consapevolezza del ruolo sociale che la nostra associazione ricopre nel territorio permettono di intervenire nelle situazioni anche complesse di disagio e malessere come educatori interculturali. Un grazie speciale va alle tantissime persone e alle aziende che contribuiscono in modo concreto alle nostre attività attraverso donazioni per borse di studio». Le testimonianze d’affetto e vicinanza ricevute, e pubblicate sull’edizione speciale di Karibuni Express, sono davvero tante. In primis quella del sindaco Alessia Bevilacqua: «È un orgoglio per la nostra città poter vantare la presenza di un’associazione che da più di 20 anni permette ai bambini stranieri di integrarsi, di restare al passo con gli altri e di sentirsi parte attiva della comunità. Karibuni giorno dopo giorno costruisce le premesse per un’integrazione duratura e permanente». “Grazie Karibuni” lo dicono anche i 700 e più alunni dell’Istituto comprensivo statale 1 di Arzignano che in questi 20 anni di attività hanno frequentato questo speciale doposcuola. Non mancano i complimenti del governatore del Veneto, Luca Zaia: «L’attività di questa associazione è la testimonianza concreta di come nei nostri territori l’integrazione funzioni: il Veneto si conferma un modello a livello nazionale e un’officina di progetti innovativi anche in un ambito fondamentale come quello della scuola». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giorgio Zordan
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1