CHIUDI
CHIUDI

13.11.2019

Strade chiuse e un set da film Tutti i momenti dell’omicidio

Le strade attorno a Villa Barbarigo saranno “off limits” alla circolazione domani dalle 8.30 alle 15 per consentire la ricostruzione della tragica rapina dello scorso 13 marzo in via Palladio, in cui perse la vita la cinquantenne rumena Mihaela Stoicescu. I periti della procura della Repubblica e gli uomini del nucleo investigativo col supporto dei carabinieri della stazione, del comando di polizia locale Basso Vicentino e della Protezione civile, simuleranno i movimenti dei rapinatori e dei vari mezzi coinvolti quel mercoledì mattina in un terribile evento delittuoso che fu caratterizzato da un’eco mediatica a livello nazionale. I FATTI Attorno alle 13 due napoletani, arrestati lo scorso giugno, il 29 enne Enrico Pace e il 45 enne Maurizio Buoniconti cercarono di sottrarre la Mercedes Coupé CL con le chiavi inserite sul cruscotto nella quale Mihalea Stoicescu stava attendendo la nipote Alexandra Maracescu recatasi al vicino postamat per prelevare del contante. La reazione della donna innescò una colluttazione con uno dei due malviventi che cercò di buttare fuori la Stoicescu, la Mercedes colpì un’auto e un’ambulanza per dirigersi a tutta velocità verso via Porta dove venne abbandonata addosso al muretto di un supermercato con fuga dei malviventi su una Panda, mentre la donna restò morente sull’asfalto di via Palladio per i gravissimi traumi riportati. LA RICOSTRUZIONE Ora la Procura dovrà stabilire se la sua morte fu accidentale a seguito della colluttazione o se il rapinatore la buttò fuori dall’auto col preciso intento di ucciderla, da qui la necessità di ricostruire quei terribili momenti per aver più particolari a disposizione. «Si tratta di una situazione eccezionale per la quale chiediamo la massima collaborazione dei cittadini, specie dei residenti e commercianti delle vie interessate, che dovranno sopportare qualche disagio per consentire di far piena luce su una tragedia che toccò profondamente la nostra comunità e che ha visto un brillante lavoro investigativo delle forze dell’ordine» spiega il sindaco Mattia Veronese. L’ORDINANZA Il provvedimento firmato dal primo cittadino prevede la chiusura al traffico di via Matteotti dall’incrocio con via Carlo Porta fino a viale dei Martiri; di via Palladio, della laterale est di piazza 4 Novembre; di via Carlo Porta da via Matteotti fino all’incrocio con via Ungheria; di via Collegio Armeno da via Carlo Porta alla fine del porticato lato est. In via Braggion sarà istituto il doppio senso di marcia, mentre i passanti potranno transitare sui marciapiedi senza sostare. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Felice Busato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1