CHIUDI
CHIUDI

21.05.2019

Sfida tra Borghettini e l’uscente Andriolo

Massimo BorghettiniRoberto Andriolo
Massimo BorghettiniRoberto Andriolo

Si giocherà tra il sindaco uscente Roberto Andriolo, con la lista civica “Insieme ai cittadini”, e Massimo Borghettini, con la lista civica “Rinnova Agugliaro”, la contesa elettorale per l’elezione del nuovo primo cittadino. «Ho deciso di puntare al terzo mandato amministrativo per proseguire il buon lavoro finora svolto - realizzazione del nuovo padiglione multifunzionale e del nuovo Municipio - e migliorare servizi, strutture e attività con una squadra ampiamente rinnovata e nata dalle indicazioni dei cittadini» commenta Roberto Andriolo, 60 anni, docente all’IIS “Masotto”. Per quanto riguarda le priorità del suo programma elettorale, Roberto Andriolo indica: «difendere i servizi, concludere l’avviato concorso di idee per la creazione di una piazza sfruttando l’area del demolito vecchio municipio, realizzare nuovi impianti sportivi, collegare la ciclabile con l’anello dei Colli Euganei, potenziare la raccolta differenziata spinta dei rifiuti migliorando i già ottimi risultati conseguiti e che ci vede Comune “plastic free”». Massimo Borghettini, 57 anni, ingegnere meccanico, consigliere di minoranza uscente, è lo sfidante alla guida della civica “Rinnova Agugliaro”. «Una scelta scaturita dalla volontà di portare un deciso cambiamento del paese con un gruppo di persone accomunate da un'idea di amministrazione aperta, trasparente, dialogante, rispettosa delle regole e che intende condividere scelte e progetti con i cittadini per migliorare i servizi e dare vitalità ad Agugliaro, puntiamo poi ad instaurare nuovi rapporti con i Comuni del Basso Vicentino» spiega Borghettini. Quanto alle priorità del suo programma il candidato sindaco indica: «il potenziamento del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani con ripristino dell’ecocentro comunale o in convenzione con comuni limitrofi, la definizione del progetto per la realizzazione di nuovi impianti sportivi polivalenti, il sostegno economico allo sviluppo e alla crescita delle aziende agricole, artigiane e commerciali, alle scuole, alle fasce più deboli con la centralità dei servizi sociali, all’associazionismo e al volontariato». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Felice Busato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1