Lonigo

Serve un bicchiere d'acqua, bar multato e chiuso. Ma il sindaco lo riapre a furor di popolo

La protesta del barista della caffetteria Pisani di piazza Garibaldi a Lonigo, che ha già riaperto
La protesta del barista della caffetteria Pisani di piazza Garibaldi a Lonigo, che ha già riaperto

La sanzione inflitta domenica pomeriggio, 28 marzo, dalla polizia locale al bar Pisani di piazza Garibaldi (400 euro di multa, ridotti a 280 perchè pagata subito e chiusura del locale) ha suscitato un vespaio di proteste a Lonigo. Ma come ogni controversia, due sono le linee narrative, l’una in contrasto con l’altra. Nel verbale emesso dai vigili si legge: «Somministrava un bicchiere d’acqua al signor... il quale lo consumava al bancone all’interno del pubblico esercizio». Claudio Andriolo, il titolare del bar, racconta invece un’altra storia: «Il cliente ha preso in mano il bicchiere di carta e si è diretto subito all’esterno del locale. Non capisco davvero perché i vigili si siano accaniti nella loro versione».

 

La caffetteria Pisani di piazza Garibaldi ha già riaperto
La caffetteria Pisani di piazza Garibaldi ha già riaperto

 

Sui social, ieri e oggi, si sono sprecate le prese di posizione dei cittadini, tutte favorevoli al gestore. Un altro motivo di scontro si è acceso attorno alla chiusura forzata del locale. Ma con la multa già pagata il bar ha potuto riaprire.

 

Lino Zonin