Lonigo

Rapinata due mesi fa, 80enne si ritrova i ladri in casa

Nuova incursione dei ladri a meno di due mesi di distanza nell’abitazione di una famiglia in via Chiavica, nella frazione di Madonna di Lonigo. Vittima di entrambi gli episodi - prima una rapina e ora un tentato furto - una donna di 80 anni.

Dalla denuncia presentata ai carabinieri risulta che ieri la donna abbia visto uscire dalla sua abitazione due sconosciuti e abbia dato immediatamente l’allarme. Da una verifica effettuata nella casa sembra che non sia stato asportato nulla.

Era il 9 febbraio quando la villetta di via Chiavica venne presa di mira da un giovane che aggredì la padrona di casa mentre si trovava nel cortile e le strappò dal collo un prezioso gioiello di famiglia. «Ho un coltello in tasca. Non muoverti che non ti faccio niente», fu la minaccia che il ladro sussurrò in un italiano senza inflessioni all’orecchio della donna prima della fuga. 

Ora questa nuova intrusione che getta una luce inquietante sui due episodi. È infatti abbastanza raro che i ladri si accaniscano a così breve distanza di tempo sullo stesso obiettivo; di solito il fatto di essere stati oggetto delle loro attenzioni, elimina per qualche anno il rischio di nuovi furti. Il ladro di due mesi fa venne descritto come un giovane magro, bianco, con una felpa scura e il viso travisato da una maschera. In questa occasione si tratterebbe di una coppia di malviventi. Non è chiaro, al momento, se ad agire siano state le stesse persone che hanno messo a segno la rapina il 9 febbraio scorso.

Lino Zonin