CHIUDI
CHIUDI

15.05.2020 Tags: Longare , Castegnero , Andrea Marchesan

Pista deserta,
mascherina giù:
multato IL VIDEO

Il papà con il bimbo al seguito e la pista ciclabile vuota sullo sfondo
Il papà con il bimbo al seguito e la pista ciclabile vuota sullo sfondo

Esterno giorno. Padre e figlio pedalano in un lunedì pomeriggio uggioso lungo una pista ciclabile deserta tra Longare e Castegnero. All'altezza della rotonda nella zona artigianale di Castegnero sbuca la polizia locale e scatta una multa da 400 euro perché il protagonista di questo "film" aveva sì la mascherina a portata di mano, ma non la indossava. Questo potrebbe essere il finale ma c'è di più, perché ad Andrea Marchesan questa sanzione non è proprio andata giù. Il papà di 34 anni ha ritenuto il comportamento degli agenti che lo hanno bloccato «vergognoso» e ha deciso di pubblicare un video su Youtube in cui racconta questa storia, con foto e filmati che certificherebbero il contesto. Se alla comandante della polizia locale Stefania Lazzaretto è stato chiesto di non rilasciare dichiarazioni, a parlare è il sindaco di Longare, Matteo Zennaro: «Stiamo verificando i fatti, poi agiremo di conseguenza».

 

 

«Erano le 14 e non eravamo lontani da casa - racconta Marchesan - Mentre stavo percorrendo un tratto di pista ciclabile con mio figlio di 4 anni, vedo sulla strada regionale parallela una vettura della polizia locale. Gli agenti ci guardano mentre passano e vanno via. Noi raggiungiamo la rotatoria più avanti e loro, che sembravano andati via, sbucano come a volerci fare un agguato. Ci fermano e mi chiedono i documenti. Avevo la mascherina appesa al manubrio, pronto a indossarla nel caso avessi incontrato qualcuno e l'ho subito messa quando mi hanno fermato. In sostanza, hanno staccato un verbale da 400 euro perché ero senza mascherina in mezzo al nulla sotto una lieve pioggerellina con mio figlio di 4 anni. È questo il buon senso? Si tratta di una multa che non intendo pagare e ho già consultato un legale per capire quali siano le strade da percorrere. Mi sento di dire che è un'ingiustizia. Ho scritto al Comune e al comando ma nessuno si è ancora fatto vivo. Mi piacerebbe essere da stimolo: chi ha subito le stesse ingiustizie abbia il coraggio di raccontare. Credo che in fondo anche gli agenti della polizia locale siano cittadini e debbano agire con buon senso».

 

Nella denuncia, Marchesan allega foto e filmati che dimostrerebbero come la pista ciclabile fosse sgombra e che avesse la mascherina a disposizione. È vero che non la indossava ma lo stesso governatore del Veneto Luca Zaia (che ha sempre sostenuto l'importanza della mascherina) ha concesso la possibilità di togliersi la protezione quando si fa attività fisica in luoghi isolati, tenendola a disposizione nel caso si incontrasse qualcuno. Il sindaco Zennaro vuole capire esattamente cosa sia successo prima di agire: «Stiamo verificando come sono andati i fatti. Anche se è accaduto nel territorio di Castegnero non ci sottraiamo e chiediamo un attimo di tempo per fare chiarezza in tutti i sensi. Il video l'ho visto ma stiamo setacciando anche gli impianti di videosorveglianza per valutare l'accaduto». 

Karl Zilliken
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1