Vo'/Agugliaro

Perde il controllo dell'auto e si schianta contro un albero: muore 28enne

Tragedia nella notte

Ancora sangue sulle strade degli Euganei. Ieri notte poco prima delle 4 in via Marconi, nel tratto della provinciale 89 che collega Vo' a Este, ha perso la vita Catalin Constantin Bostan, ventotto anni di origini rumene, residente con il genitori nel comune di Agugliaro. Il giovane che viaggiava al volante della sua Alfa Romeo Giulia bianca in direzione di Este, appena superata la stazione di servizio Tamoil ha perso il controllo della vettura, ha invaso la corsia di marcia opposta e si è andato a schiantare contro un grosso platano. Le lesioni riportate in diverse parti del corpo non le hanno lasciato scampo. Ai sanitari del Suem 118 accorsi sul posto non è rimasto che accertare il decesso.

L'urto è stato violentissimo, i residenti della zona dicono di essere stati svegliati da un forte boato che assomigliava allo scoppio di una bomba. L'Alfa dopo l'urto contro l'albero è rimbalzata per alcuni metri sulla carreggiata, ridotta ad un ammasso di lamiere contorte. Il motore si è staccato dalla carrozzeria e vari componenti della scocca sono volati in mezzo ad un vigneto. Dai primi rilievi fatti dalla Polstrada di Padova, le cause del mortale sarebbero da imputare alla elevata velocità. Vista l'ora tarda si ipotizza che il ventottenne, che aveva trascorso la serata in un locale di Vo', sia stato vittima di un colpo di sonno. Dove fosse diretto a quell'ora non si sa. Dal suo profilo Facebook si apprende che aveva diversi amici nella zona di Este. Una delle ipotesi è quella che fosse diretto in un locale della Bassa che è aperto 24 ore su 24.

 

 

I genitori informati della tragedia dai carabinieri della stazione di Lozzo Atestino, sono arrivati sul posto e straziati dal dolore hanno raccontato agli inquirenti che avevano sentito al telefono il figlio alcune ore prima. Bostan lavorava alle dipendenze d della ditta di surgelati BoFrost di Vo' dove era addetto alle consegne. Un lavoro che gli piaceva e che gli consentiva di mantenersi senza problemi economici. Era orgoglioso della sua Alfa. Una persona riservata come i genitori Costel e Michela con i quali risiedeva da un decennio al primo piano di un condominio di otto appartamenti di via Cestare, 23. Viene descritto così da alcuni condomini il 28enne Catalin.

Il giovane attorno alle quattro dopo essere stato dalla fidanzata che abita a Vò Euganeo era diretto verso Este quando improvvisamente è uscito di strada sulla sinistra schiantandosi contro un platano. «Non ci sono parole per commentare questa disgrazia, ho lavorato per un anno col papà Costel alla Edilvò di Vò Euganeo, una persona buonissima e discreta» sottolinea commosso un residente. Scosso anche il sindaco Massimo Borghettini che esprime la vicinanza da parte della comunità per il terribile lutto che ha colpito la famiglia Bostan.