sabato, 25 gennaio 2020
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

07.09.2010

Barbarano
Consiglio lampo
senza Costa
Ma è polemica

Il municipio di Barbarano dove si è svolto l’ultimo Consiglio lampo
Il municipio di Barbarano dove si è svolto l’ultimo Consiglio lampo

Barbarano. Nell'ultimo consiglio comunale di giovedì scorso, il numeroso pubblico, accorso per ascoltare un dibattito sul caso dell'ex assessore Alessandro Costa coinvolto in un'inchiesta per favoreggiamento della prostituzione, è rimasto deluso.
La sequenza: appello (Alessandro Costa, assente), due di ordini del giorno di ordinaria amministrazione, liquidati in pochi minuti, e un paio di brevi comunicazioni del sindaco. Una sulla nomina del nuovo assessore e sulla distribuzione dei referati di giunta, l'altra sulla tanto attesa questione Costa. Nessun dibattito, niente contraddittorio: 35 minuti in tutto, seduta conclusa e tutti a casa.
Come già annunciato nei giorni scorsi, il sindaco Roberto Boaria ha nominato nuovo assessore Franco Pivotto, con delega ai temi dell'immigrazione. L'incarico alla caccia è stato assegnato al consigliere Severino Malfatto.
Il sindaco ha letto una breve lettera di Alessandro Costa, con la quale l'ex assessore e segretario della Lega Nord si dichiara «completamente estraneo alle accuse che gli sono state rivolte e alla vicenda che lo ha visto coinvolto» e per non mettere in difficoltà l'amministrazione comunica le "dimissioni dal gruppo consiliare di maggioranza».
Flavio Magrin, capogruppo di Impegno per la Comunità ha tentato di leggere una mozione ma è stato stoppato in quanto «non attinente all'ordine del giorno». Fine del consiglio comunale e inizio delle polemiche. Faccio notare - continua Magrin - che per rispetto agli elettori il senatore Paolo Franco, segretario provinciale, ha sospeso immediatamente dalla Lega Nord Alessandro Costa, per rispetto agli elettori. Il sindaco Boaria invece non si sottrae al pubblico confronto». Paolo Bogoni, ex sindaco attacca: «È chiaro che i rapporti nel gruppo di maggioranza sono tesi. Quanto accaduto questa sera mi fa pensare che il gruppo della Lega Nord è il solo amministratore, i consiglieri del PdL sono residuali e la minoranza non viene considerata».

Emilio Garon
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1