CHIUDI
CHIUDI

08.10.2019

Assegni scoperti in cambio della merce Condannati

Si erano spacciati di essere i nuovi gestori della pizzeria “Miravalle”, a Montegalda (in realtà era però un’azienda agricola) e per questo si fingevano interessati ad acquistare ingenti quantitativi di merce per un valore complessivo di quasi 4 mila euro. Gennaro De Filippo, 39 anni di Sarno (provincia di Salerno) e Michele Luongo, 37 anni, pure lui salernitano, erano invece due truffatori così come ha confermato la sentenza con cui il giudice Montillaro ha condannato i due complici rispettivamente a 9 mesi e quindici giorni di reclusione (De Filippo) e a un anno e un mese e quindici giorni (Luongo). I due imputati erano accusati di avere pagato la merce ricevuta (in particolare una partita di 630 bottiglie di vino) dai fornitori a cui si erano rivolti dando dando in cambio degli assegni risultati poi scoperti. Il giudice ha disposto la sospensione condizionale solo per uno dei due imputati, difesi dagli avvocati Stefano Mariotto e Domenico Crescenzo, ovvero De Filippo. Dopo le motivazioni della sentenza i due potranno ricorrere in appello. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1