Noventa/Lonigo

Luca, il terzino sinistro della Nazionale postini

Il terzino Luca Tripoldi, 27 anni, di Noventa, che lavora in Posta a Lonigo: gioca nella Nazionale postini (ZONIN)
Il terzino Luca Tripoldi, 27 anni, di Noventa, che lavora in Posta a Lonigo: gioca nella Nazionale postini (ZONIN)
Il terzino Luca Tripoldi, 27 anni, di Noventa, che lavora in Posta a Lonigo: gioca nella Nazionale postini (ZONIN)
Il terzino Luca Tripoldi, 27 anni, di Noventa, che lavora in Posta a Lonigo: gioca nella Nazionale postini (ZONIN)

C’è un portalettere vicentino tra i calciatori convocati da mister Angelo Di Livio per giocare nella Nazionale di Poste italiane. Si chiama Luca Tripoldi, ha 27 anni, vive a Noventa Vicentina e lavora da parecchi anni all’ufficio postale di Lonigo. 
«Sono tornato qualche giorno fa da Roma - conferma Tripoldi - dove si è svolta la cerimonia di presentazione dei 30 giocatori individuati dal selezionatore per rappresentare l’azienda nel corso delle esibizioni benefiche in cui la squadra sarà impegnata. Per la verità ero stato convocato già nel 2019 ma poi l’avvento della pandemia ha mandato tutto a monte. Ora ripartiamo, pieni di entusiasmo». Poste italiane crede molto nel progetto di lancio di questa attività, come annuncia una nota della direzione provinciale, nella quale si legge: «Dopo lo stop dovuto alla pandemia e in occasione dell’anniversario dei 160 anni, Poste italiane ha deciso di proseguire il suo cammino di vicinanza alle comunità e di presenza sul territorio, favorendo lo sport e l’inclusione». «Tra le oltre 400 candidature arrivate dai dipendenti delle diverse strutture del gruppo sono stati 60 i giocatori convocati per partecipare ai provini di selezione. Dopo una intensa due giorni di test tecnici e allenamenti, Di Livio ha scelto i 30 calciatori che indosseranno la maglia gialloblu della Nazionale di Poste italiane e scenderanno in campo per partite di beneficenza». 

Per il noventano si tratta di un importante traguardo che corona una breve ma intensa carriera da calciatore, iniziata con la Nova Gens e proseguita nel settore giovanile del Vicenza e con ingaggi in Eccellenza nel Sarego e nell’ArziChiampo, con la quale ha ottenuto la promozione in serie D. Dopo una breve esperienza nel calcio a 5 è tornato a giocare a 11 in Seconda categoria con lo Spes Pojana, dove tutt’ora milita. «Sono un terzino destro con tendenze offensive – spiega il difensore della Nazionale postini -. So difendere ma mi piace salire per le incursioni sulla fascia. Tra i grandi campioni ammiro Maicon, Dani Alves e Marcelo. Molto più modestamente, metto la mia passione a servizio della squadra impegnandomi al massimo. Una dote che mister Di Livio apprezza in modo particolare e grazie alla quale mi sono guadagnato il posto di titolare». 

La trasferta romana ha avuto una parentesi agonistica con un triangolare disputato contro formazioni universitarie che militano in Eccellenza. «Abbiamo vinto, giocando abbastanza bene – conclude il difensore gialloblù -. Le convocazioni sono sempre un bel momento, non solo di sport ma anche dal punto di vista umano. Offrono l’occasione per incontrare dei ragazzi provenienti da tutta Italia e assieme si condivide la passione per il calcio. Poi, essendo anche colleghi, si parla di lavoro e si confrontano idee ed esperienze. Non vedo l’ora di scendere in campo con la maglia di Poste italiane per disputare qualche partita con i nostri omologhi delle varie formazioni calcistiche di beneficenza esistenti nel nostro Paese». 

 

Lino Zonin