CHIUDI
CHIUDI

10.12.2019

Alonte minaccia «Ce ne andiamo dal Distretto»

Alonte, assieme a Lonigo e Sarego, fa parte del Distretto del commercio “Terre del Guà”.   L.Z.
Alonte, assieme a Lonigo e Sarego, fa parte del Distretto del commercio “Terre del Guà”. L.Z.

Una notizia buona e una cattiva per il Distretto del commercio “Terre del Guà”, recentemente costituito tra i comuni di Lonigo, Sarego e Alonte per rilanciare le attività di scambio commerciale nella zona. Quella buona arriva da Venezia con l’assegnazione di un finanziamento di 250 mila euro deliberato dalla Regione con l’approvazione del “Bando per il finanziamento di progetti di sviluppo nell'ambito dei Distretti del Commercio riconosciuti dalla Regione del Veneto”. “Terre del Guà” è stato inserito nella graduatoria dei 57 comuni veneti aventi diritto al contributo e riceverà parte del milione e 737 mila euro stanziati. L’erogazione è prevista per febbraio 2020. «É un grande risultato – si legge in un comunicato dell’amministrazione leonicena -. Con questo contributo regionale potremo attivare tutti gli interventi propedeutici al decollo vero e proprio del Distretto del commercio, finanziare l'attività del manager di distretto e realizzare anche alcuni lavori di adeguamento della città che dovrà diventare sempre più attrattiva per i tanti turisti e per i tanti clienti delle attività commerciali del territorio». Le dolenti note arrivano dal sindaco di Alonte Luigi Tassoni che non condivide l’entusiasmo del collega leoniceno e minaccia di lasciare la compagnia. «Se leggo l’elenco delle iniziative e degli interventi che compongono il progetto presentato e approvato – scrive ai due comuni partner - noto che la parte assolutamente preponderante è ricoperta dal comune di Lonigo che, escluse alcune previsioni di spesa di carattere generale e alcuni interventi che travalicano l’ambito territoriale distrettuale, si porta a casa la totalità delle risorse stanziate. Ciò detto confermo che la presenza di Alonte all’interno del progetto del distretto Terre del Guà è legata al raggiungimento dei seguenti obiettivi: l’inserimento di alcune iniziative mirate a sostenere le attività commerciali presenti ad Alonte che stanno vivendo un momento di profonda crisi al punto da dover considerare anche in un orizzonte prossimo la chiusura di alcune attività; la condivisione, da parte di tutti i soggetti istituzionali coinvolti, del progetto e delle modifiche apportate; l’ impegno comune per richiedere alla Regione di condividere il nuovo progetto. In assenza di un riscontro che consenta anche al comune di Alonte di essere nel suo piccolo co-protagonista di questa lodevole iniziativa è inevitabile il venir meno della nostra partnership». La risposta della pubblica amministrazione leonicena precisa che lo schema di finanziamento approvato dalla Regione indica alcune attività sportive e culturali che coinvolgono concretamente il comune di Alonte come ad esempio la cicloturistica invernale L’Artica, la marcia Strapalladio, il festival musicale estivo Postounico e i Venerdì bianchi di luglio. Dal canto suo, il manager del Distretto Alberto Zucchetta rassicura Tassoni circa la sua intenzione di valorizzare la presenza di Alonte nel progetto di sviluppo e annuncia lo stanziamento di fondi per co-finanziare un evento o per avviare qualche prezioso intervento di abbellimento per il centro del paese. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Lino Zonin
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1