CHIUDI
CHIUDI

16.06.2019

La protezione civile insegnata ai ragazzi

I ragazzi e i volontari dell’Ana  schierati per l’alzabandiera.   M.G.Il sindaco e il prefetto.   M.G.
I ragazzi e i volontari dell’Ana schierati per l’alzabandiera. M.G.Il sindaco e il prefetto. M.G.

È l’unico campo-scuola della Protezione civile dedicato ai giovanissimi in provincia e uno dei primi a livello regionale. “Anch’io sono la Protezione civile” è stato inaugurato ieri mattina a San Gottardo, alla presenza del prefetto di Vicenza, Pietro Signoriello. «Un progetto come questo - ha affermato nel suo intervento, a margine della cerimonia dell’alzabandiera - è espressione di una logica di squadra tra istituzioni, è la traduzione dell’essere realmente cittadini, nell’applicazione dei principi costituzionali di solidarietà che fanno di ciascuno il responsabile della sorte dell’altro. Grazie a questa iniziativa, un domani, probabilmente, questi ragazzi saranno cittadini a tutto tondo, capaci di darsi da fare, magari proprio in Protezione civile». A dare il benvenuto la sindaca, Stefania Marchesini, con Lino Marchiori, in rappresentanza della sezione Ana di Vicenza, Francesco Antoniazzi, coordinatore della Protezione civile Ana di Vicenza, il comandante della stazione carabinieri di Barbarano Mossano, Eugenio Trevisan e i funzionari del Dipartimento di Protezione civile della Presidenza del Consiglio. Organizzato dall’Unità di Protezione civile degli alpini di Vicenza, il campo-scuola, all’8a edizione, terminerà sabato 22. Sono ventuno i ragazzi vicentini, tutti sedicenni, che parteciperanno al denso programma di attività quotidiane preparato per sviluppare nelle giovani generazioni l’impegno in Protezione civile. Si va dalle esercitazioni con le squadre cinofile, sanitaria, alpinistica, con vigili del fuoco, Esercito, carabinieri, guardia di finanza, Protezione civile, alle lezioni su trasmissioni, meteo, rischi naturali e prevenzione. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.G.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1