CHIUDI
CHIUDI

06.10.2019

In funzione il nuovo depuratore Sarà a servizio di 5.500 abitanti

Sindaci e autorità arrivate a Castegnero per il taglio del nastro
Sindaci e autorità arrivate a Castegnero per il taglio del nastro

È stato inaugurato ieri pomeriggio il nuovo depuratore di Castegnero sottoposto nei mesi scorsi a un significativo rinnovamento. Un intervento importante, da un milione e 450 mila euro che, con l’ampliamento della struttura di via Frassenà, ha consentito di chiudere il depuratore di Nanto. Il progetto di ampliamento infatti ha permesso di aumentare la potenzialità dell’impianto quasi triplicandola, passando da un servizio per 2000 abitanti agli attuali 5500, quelli dei due comuni di Nanto e Castegnero. Partendo dalla vecchia struttura, l’impianto esistente è stato convertito e riservato al trattamento dei fanghi di risulta mentre a fianco è stato realizzato tutto l’impianto di trattamento biologico a fanghi attivi di tipo tradizionale, suddiviso in due linee parallele. I lavori realizzati e gli obiettivi dell’intervento sono stati illustrati dal presidente di Viacqua Angelo Guzzo, con lui i sindaci, di Castegnero, Marco Montan, e di Nanto, Ulisse Borotto. «Con questo intervento - ha spiegato il presidente di Viacqua - abbiamo risposto a una precisa richiesta arrivata dal territorio attraverso le amministrazioni comunali. Migliorare i processi di depurazione è un nostro impegno prioritario perché questo ci permette di restituire alla natura un’acqua pulita e sicura, tutelando così l’ambiente, il giusto modo di spendere i soldi degli utenti». Particolarmente soddisfatto il sindaco di Castegnero: «Questo intervento – ha sottolineato Montan - ci permette di migliorare il servizio per i nostri cittadini, ora abbiamo un unico depuratore condiviso con il Comune di Nanto a dimostrare sempre più la vicinanza e la sinergia tra le due amministrazioni -. Sono contento di inaugurare il depuratore aperto alla visita dei cittadini, in modo da far vedere come viene investita la quota parte della bolletta che va per il depuratore». «Noi amministratori – ha infine ribadito il sindaco di Nanto, Ulisse Borotto - abbiamo fatto una scelta importante, quella di non monetizzare l’utile ma di reinvestirlo per la comunità. Nanto e Castegnero hanno fatto un nuovo passo in avanti nella direzione di un cammino amministrativo condiviso». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Albano Mazzaretto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1