Lonigo

Il mondo scout saluta Willy, annegato a 17 anni nel lago di Lavarone

A Lonigo l'ultimo saluto a Willy N'Guettia (Foto TROGU)
A Lonigo l'ultimo saluto a Willy N'Guettia (Foto TROGU)
A Lonigo l'ultimo saluto a Willy N'Guettia (Foto TROGU)
A Lonigo l'ultimo saluto a Willy N'Guettia (Foto TROGU)

Il popolo degli scout ha reso solenne omaggio al diciasettenne di origine ivoriana Wilfred N’Guettia, annegato nel lago di Lavarone durante un campo organizzato dal gruppo dell’Agesci leonicena. Al funerale, celebratosi questa mattina nel duomo di Lonigo, erano presenti delegazioni di tutti i gruppi vicentini e rappresentanti dello scoutismo nazionale, sia di matrice cattolica che laica.

Tanti coloro che si sono voluti unire al dolore della famiglia del giovane scout, originario della Costa d'Avorio ma residente a Lonigo. Willy è il diminutivo con il quale gli amici leoniceni chiamavano il 17enne registrato all'anagrafe con il nome di Wilfried N'Guettia N'Dabian, e apprezzato da tutti per il buon carattere e la disponibilità dimostrati nell'avvicinarsi alla vita della parrocchia e nell'integrarsi con i componenti del locale gruppo scout.

L'amministrazione comunale ha proclamato per la giornata di oggi il lutto cittadino, con l'esposizione a mezz'asta della bandiera della città sulla balconata di palazzo Pisani e la sospensione di ogni manifestazione pubblica.

Lino Zonin