CHIUDI
CHIUDI

13.09.2019

“Giallo” dello spray
urticante
alla Fiera

Una foto d'archivio della Fiera del Soco
Una foto d'archivio della Fiera del Soco

GRISIGNANO. Un episodio ancora tutto da chiarire quello avvenuto ieri sera nell'area "oro" della fiera del Soco. Alcune persone avrebbero lamentato all'improvviso bruciore e irritazione alle vie respiratorie, forse dovuti a uno spray al peperoncino spruzzato da qualcuno. È scattata la segnalazione a forze dell'ordine, addetti alla sicurezza e 118 e sono state raccolte testimonianze. Tra le persone ascoltate alcune hanno riferito che due ragazzini, dopo aver spruzzato lo spray, si sarebbero poi dati alla fuga. 

 

«Attorno alla mezzanotte e mezza, uno dei tanti volontari del servizio sanitario pronti a dare assistenza ha ravvisato un gruppetto ristretto di persone (meno di una decina) che si portava contemporaneamente le maglie sul viso e cominciava a tossire, come se avesse respirato una boccata di fumo acre. Insospettito, si è avvicinato per verificare che non ci fossero problemi; in effetti il soccorritore stesso ha avvertito un certo fastidio agli occhi e alla gola, risolto rapidamente sciacquandosi con un po’ d’acqua. - ha spiegato in una nota l'ufficio stampa della Fiera -. Dopo essersi sincerato che nessuno dei visitatori coinvolti avesse riportato conseguenze di rilievo a parte un minimo fastidio, nel sospetto che si potesse trattare dell’atto vandalico di una persona che avesse volontariamente diffuso nell’aria una qualche forma di sostanza urticante, il soccorritore ha ritenuto doveroso preallertare il Coc (Centro Operativo Comunale) perché si predisponessero tutte le misure necessarie ad individuare l’eventuale responsabile e a rispondere ad eventuali richieste di assistenza specifiche per questo tipo di evenienza. Fortunatamente, però, da quel momento in poi nessuno ha più lamentato alcun tipo di problema, tanto è vero che nessuno (nemmeno tra il primo gruppetto di ragazzi) si è avvicinato per chiedere assistenza ai punti di pronto soccorso, né tantomeno ha chiesto l’intervento di una delle tre ambulanze sempre pronte ad entrare in azione in vari punti della Fiera. Lo stesso pronto soccorso dell’ospedale di Vicenza non ha registrato nell’intera notte di giovedì alcun ingresso proveniente dalla Fiera di Grisignano».

«Non ci risulta che ci siano stati degli intossicati». Parole di Stefano Lain, sindaco di Grisignano di Zocco, presente ieri sera nell'area Oro, durante l'ultima serata dell'Antica Fiera del Soco. «Poco dopo i fuochi d'artificio, c'è stato un allertamento da parte di un soccorritore della Croce bianca, che ha visto alcune persone tossire e mettersi le mani davanti alla bocca e al naso in area Oro. Probabilmente qualcuno ha spruzzato qualcosa nell'aria, non sappiamo nemmeno di cosa si trattasse. Sono subito intervenuti i carabinieri e la security, e sono stati allertati anche i vigili del fuoco e il Posto medico avanzato. Nessuno però si è fatto visitare dal Suem o dalla Croce bianca e nessuno si è presentato al Posto medico avanzato. Probabilmente qualcuno è restato un po' irritato, ma non intossicato. Non c'è stato panico di massa, anzi. Sono rimasto sul posto fino a tardi e la serata è proseguita tranquillamente».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1