CHIUDI
CHIUDI

02.08.2019

Fiera del Soco blindata Arriva l’anti-terrorismo

La Fiera del Soco richiama 20 mila persone ogni giorno.  ARCHIVIOReparti speciali dei carabinieri in piazza dei Signori a Vicenza.  ARCHIVIO
La Fiera del Soco richiama 20 mila persone ogni giorno. ARCHIVIOReparti speciali dei carabinieri in piazza dei Signori a Vicenza. ARCHIVIO

L’antiterrorismo per blindare l’antica Fiera del Soco. Questa la novità più importante stabilita ieri durante il primo tavolo tecnico organizzato in Provincia, con tutte le forze dell’ordine, rappresentanti delle amministrazioni coinvolte e soccorritori, per delineare tutte le misure per garantire la migliore riuscita della grande manifestazione che richiama oltre 20 mila persone al giorno, con picchi che possono anche contare quasi 8 mila presenze contemporanee. FORZE SPECIALI. La richiesta è stata inoltrata al ministero dell’Interno. La vastità e la complessità della manifestazione, infatti, ha spinto i presenti all’incontro di ieri a palazzo Nievo a richiedere uno sforzo in più. La volontà è quella di far agire congiuntamente gli esperti antiterrorismo della polizia di Stato e dei carabinieri. La Uopi, soprannominata anche mini-Nocs, è un reparto creato nel 2015 dal dipartimento di Pubblica sicurezza subito dopo gli attentati di Parigi. Ne fanno parte uomini addestrati nell’antiterrorismo, che si muovono solitamente a bordo di un mezzo blindato, e che sono equipaggiati con mitra, giubbotti antiproiettile rinforzati e caschi di protezione balistici. Nel Vicentino, gli uomini della Uopi, assieme ai militari dell’Arma delle aliquote di primo intervento (Api) delle Squadre operative di supporto (Sos) si erano gìà vistio in azione quando, alla fine dello scorso marzo, era stata trovata una scritta che minacciava un attentato sui muri di parco Querini, ma anche in occasione della visita del principe Carlo d’Inghilterra e durante un’edizione di Vicenzaoro. DISPOSITIVO. Resta confermato quasi in toto il dispositivo di sicurezza dello scorso anno, con le riprese garantite da videocamere ad alta risoluzione, la divisione in aree, il divieto di somministrazione di bevande in bottiglie e bicchieri in vetro ma anche le modifiche alla viabilità che chiudono l’accesso al centro da tutte le direttrici e che saranno gestite soprattutto dalla polizia locale. Presenti anche il personale della Protezione Civile Ana, i vigili del fuoco ed il Suem. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Karl Zilliken
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1