Lonigo

Dramma a pochi passi da casa: grande tifoso biancorosso si accascia mentre passeggia e muore

Paolo Panarotto, 47 anni, e i primi soccorsi subito dopo il malore (Foto Zonin)
Paolo Panarotto, 47 anni, e i primi soccorsi subito dopo il malore (Foto Zonin)

Hanno tentato in tutti i modi di mantenerlo in vita ma non c'è stato niente da fare. Un malore improvviso e fatale non ha dato scampo a Paolo Panarotto, 47 anni, di Lonigo, morto ieri pomeriggio poco dopo le 15 mentre camminava sul marciapiede che si trova di fronte al santuario della Madonna dei Miracoli. Appena una settimana fa, aveva perso il padre Adalberto, ex imprenditore tessile.

 

Il 47enne era uscito a fare due passi per rompere la monotonia di queste giornate in "zona rossa" anti Covid, quando a un certo punto, giunto all'incrocio con via Ranare, a meno di cento metri da casa, si è accasciato al suolo privo di sensi. Vani i soccorsi, prestati prima dai passanti, poi dalla Croce Bianca e infine dal personale del Suem 118.

 

Paolo Panarotto, per tutti gli amici "El Pana", era un tipo esuberante, sempre pronto alla discussione e alla battuta. In gioventù ha avuto dei trascorsi politici ma nel corso degli anni ha dirottato la sua vivacità su una sponda più sportiva, diventando un ultrà del Lanerossi Vicenza. Tantissimi i messaggi di cordoglio sui social. Non era sposato e viveva in via Madonna con i famigliari.

 

 

Lino Zonin