Grumolo delle Abbadesse

Ditta ritira i rifiuti e poi li abbandona sotto il cavalcavia

I rifiuti abbandonati a Grumolo (foto Marini)
I rifiuti abbandonati a Grumolo (foto Marini)
I rifiuti abbandonati a Grumolo (foto Marini)
I rifiuti abbandonati a Grumolo (foto Marini)

Aveva affidato a una ditta lo smaltimento di alcuni rifiuti dopo aver ripulito la sua abitazione. Non poteva sapere che quella stessa ditta, invece di portare i rifiuti in una discarica come da accordo, smaltendoli quindi in maniera regolare, li avrebbe invece abbandonati sotto ad un cavalcavia. E ora la multa, dovrà pagarla proprio lui.

Sfortunato protagonista della vicenda, avvenuta a Grumolo delle Abbadesse, è stato un residente di Barbarano Mossano. Tutto è partito da una segnalazione arrivata alla polizia locale: qualcuno aveva infatti abbandonato una consistente quantità di rifiuti nelle vicinanze del cavalcavia di via Roma, nel territorio comunale grumolese.

«Il materiale era tanto - spiega il sindaco Andrea Turetta -, chi l'ha abbandonato deve aver probabilmente utilizzato un furgone. Sembravano rifiuti provenienti da una cantina o da un solaio. C'erano vecchi mobili, vecchie valige, scatoloni di cartone, quadri, cassette di plastica e altro ancora». Insomma il classico materiale di uno sgombero domestico. Dopo un rapido controllo del materiale, gli agenti del comandante Paolo Bertozzo sono riusciti a individuare un nome e un indirizzo in uno dei pacchi gettati insieme al resto dei rifiuti. La persona in questione, era proprio il residente di Barbarano Mossano che, contattato e convocato dalla polizia locale, ha subito confermato che quel materiale proveniva dalla sua abitazione, specificando però che, dopo aver ripulito casa, l'aveva affidato (con tanto di ricevuta) a una ditta per lo smaltimento.

«Questa persona ha subito ammesso che il materiale gettato proveniva da casa sua, ma è rimasto allibito quando ha scoperto che era stato abbandonato - conclude Turetta -. Aveva infatti incaricato una ditta per lo smaltimento in una discarica». Toccherà ora allo sfortunato protagonista della vicenda pagare la multa per l'abbandono, prima di decidere se rivalersi o meno sulla ditta.

Marco Marini

Suggerimenti