Villaga

Con la cornamusa sui Colli Berici: il tributo in musica alla regina Elisabetta

Alessandro Ceccato, 26 anni, di Pojana Maggiore, è tra i pochissimi suonatori di cornamusa scozzese del Vicentino.
Alessandro Ceccato e la cornamusa davanti alle grotte di San Donato (Foto GREGOLIN)
Alessandro Ceccato e la cornamusa davanti alle grotte di San Donato (Foto GREGOLIN)
Colli Berici, il tribuno alla regina Elisabetta (GREGOLIN)

Alessandro Ceccato, 26 anni, di Pojana Maggiore, è tra i pochissimi suonatori di cornamusa scozzese della provincia. È lui che ha tributato dalla sommità dei colli Berici una suonata in memoria della regina Elisabetta. Il concertino è stato improvvisato a beneficio degli scalatori e dei camminatori che si sono trovati in prossimità delle grotte di San Donato di Villaga, che il musicista ha scelto per la veduta sulla pianura e il richiamo alle highland scozzesi, che qui hanno le sembianze più nostrane dei colli Berici ed Euganei.

Benché giovane, Ceccato ha tutta l'esperienza per suonare la cornamusa scozzese, con uno strumento interamente di legno, creato a Edimburgo: «Ho appreso l'arte dal maestro Luciano Sberze, accostandomi per la prima volta alla gaita galiziana a 15 anni. Dopo anni di studio di musica classica con il flauto traverso, ho voluto esplorare nuovi confini. Qualche anno dopo sono passato alla più monumentale cornamusa scozzese, con pezzi di musica celtica folk. Per questo il mio tributo alla "her majesty the Queen", è nato sentendo la notizia che la sovrana, rispettando una tradizione di 175 anni, veniva svegliata alle 9 in punto con le note delle cornamuse suonate sotto le finestre delle residenze dove la regina risiedeva. Dal 1843 a oggi sono stati 15 i suonatori ingaggiati dalla Royal family per questo compito. Pensando quindi alla passione della Sovrana verso la cornamusa, mi sono recato sulla sommità dei Berici, per intonare al tramonto il celebre motivo Amazing Grace, seguito dall'inno God save the Queen, come saluto e commiato alla regina delle cornamuse». 

Antonio Gregolin