CHIUDI
CHIUDI

30.03.2019

Anziano morto, ora l’autopsia

La ruota che l’avrebbe uccisoMario Longo, aveva 90 anni
La ruota che l’avrebbe uccisoMario Longo, aveva 90 anni

Restano ancora da appurare le cause della tragica morte di Mario Longo, il novantenne pensionato agricoltore travolto giovedì mattina o nella serata di mercoledì dalla ruota di un trattore nella rimessa della sua azienda a agricola in via S.Vito, 68 di Lovertino. Ci si affida dunque all’autopsia a chiarire i motivi e l’orario della morte in quanto il figlio Paolo aveva salutato il padre per l’ultima volta attorno alle 16 di mercoledì. «Ad una certa età ti immagini che prima o dopo qualcosa possa succedere, non certo però una fine così terribile e assurda», commenta ancora scosso il figlio Paolo. «L’avevo salutato domenica scorsa, era una amico e una brava persona, un gran lavoratore», lo ricorda il sindaco Joe Formaggio. L’uomo che viveva da solo dopo la perdita anni fa della moglie si era recato nel deposito di attrezzi agricoli retrostante l’abitazione per trasportare la legna e alimentare la stufa di casa quando è stato colto con tutta probabilità da un malore. Mario Longo si sarebbe così disperatamente aggrappato alla pesante ruota di 130 chilogrammi del trattore appoggiata alla parete della rimessa che ha però finito col travolgerlo trasformandosi in una trappola mortale . A trovarlo esanime attorno alle 8.30 di giovedì è stato il cinquantaduenne figlio unico Paolo che abita in zona e che era stato allertato da un’amica di famiglia arrivata poco prima per effettuare l’abituale controllo sanitario all’anziano. Il figlio non avendo trovato in casa il genitore si è così recato nella rimessa facendo la terribile scoperta. Quando i sanitari del Suem sono arrivati Longo era praticamente già morto. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

F.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1