Albettone

Minaccia una barista, poi punta una pistola contro i carabinieri: 38enne arrestato

Nel tentativo di bloccarlo un militare è stato colpito da un pugno al fianco

I carabinieri della compagnia Vicenza sono stati impiegati in un servizio straordinario di controllo del territorio. In particolare sono state battute le zone più degradate del centro urbano e i territori dei comuni del comprensorio. Nello specifico sono stati controllati con particolare attenzione i territori dei comuni di Brendola, Lonigo, Longare, Sossano, Campiglia dei Berici e Albettone.

Movimentato episodio ad Albettone. Qui i militari delle stazioni di Campiglia dei Berici e Sossano, hanno arrestato in flagranza dei reati di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale, J. E. (sono state fornite solo le iniziali, ndr), trentottenne albanese, residente in provincia, noto alle forze dell’ordine. L’uomo, nelle ore precedenti, all’interno del Bar Centrale, ubicato in piazza Umberto I, si era reso protagonista di reiterati comportamenti vessatori nei confronti della titolare, minacciando di dare fuoco al locale.

L’individuo, allontanatosi, è stato intercettato dai militari nelle vicinanze della propria abitazione. L’uomo, avvedutosi della presenza dei carabinieri, li ha minacciati puntandogli una pistola semiautomatica tipo “scacciacani”.

Nell’atto di disarmarlo e poi immobilizzarlo, uno dei militari è stato ripetutamente minacciato e colpito con un pugno al fianco sinistro che gli procurava lievi lesioni. L’arrestato, dopo aver trascorso una notte in camera di sicurezza è stato condotto in tribunale dove è stato convalidato l’arresto e ne sono stati disposti gli arresti domiciliari.