Noventa Vicentina

Addio al cuoco Primon, una vita da chef e l'amore per il calcio

Mario Primon con la moglie Sandra nel loro ristorante. BUSATO
Mario Primon con la moglie Sandra nel loro ristorante. BUSATO

 Si è spento uno dei grandi e storici ristoratori del Basso Vicentino. Lunedì mattina, all'ospedale "Milani" all'età di 86 anni si è arreso ad un male che l'aveva aggredito recentemente Mario Primon, stimato titolare dell'omonimo ristorante del centro, gestito assieme alla moglie Sandra e al figlio Angelo, che lascia assieme alla figlia Elena.

Quinto discendente di una dinastia di ristoratori risalente agli inizi dell''800 famosa per lo spiedo progettato da Leonardo Da Vinci, unico in Italia, Mario Primon fece parte del gruppo di ristoratori "Le buone tavole dei Berici" per promuovere la tradizione culinaria e i prodotti del territorio. A questo si affiancò, nel 2005, l'avvio di alcuni fortunati di eventi enogastronomici.

Primon non è stato solo un eccellente gastronomo ma aveva avuto anche un passato calcistico crescendo nelle giovanili del Vicenza per approdare poi nella Nova Gens e diventarne allenatore negli anni Settanta . L'ultimo saluto verrà dato mercoledì in Duomo alle ore 15. 

Felice Busato