IL CENTENARIO

De Marzi e Mendicino su Rigoni Stern

Ritratto dello scrittore Mario Rigoni Stern durante una escursione
Ritratto dello scrittore Mario Rigoni Stern durante una escursione

Cento anni fa, l'1 novembre 1921, nasceva Mario Rigoni Stern. Un anniversario importante per provare a ripercorrere l'universo personale e letterario dello scrittore asiaghese, scomparso 13 anni fa, di giugno, sull'avvio dell'estate. Il Giornale di Vicenza e la Società editrice Athesis hanno ideato alcune occasioni da maggio a novembre per conoscere meglio l'attività di Rigoni Stern a partire dalla parola scritta, per passare poi a quella ascoltata e quindi interpretata da quanti hanno letto i suoi libri o almeno una vita lo hanno incrociato di persona. Saranno testimonianze, letture, incontri, esplorazioni dei luoghi dove i romanzi e i racconti del Sergente sono ambientati, per lo più in Altopiano. Oggi Partiamo alle 18, oggi, con un incontro web sul sito www.ilgiornaledivicenza.it e sulla pagina facebook del Gdv in cui dialogano su questo 100° che si avvia il sindaco di Asiago Roberto Rigoni Stern, il biografo e scrittore Giuseppe Mendicino, il musicista e scrittore Bepi De Marzi. Un incontro ricco di spunti sui valori sempre attuali di Rigoni Stern che si rispecchiano nei libri, sulla sua centralità tra gli scrittori del '900, sul suo modo di parlare della natura ma anche dell'insensatezza della guerra.Domani Dal 4 maggio e per tutti i martedì che verranno Il Giornale di Vicenza pubblicherà una pagina dedicata a "Rigoni Stern 100" in cui uno scrittore, un artista, un testimone - vicentini, veneti, italiani - parleranno del loro rapporto con i temi trattati da Rigoni Stern o di come uno dei suoi libri sia risuonato nella loro vita. Questi testi confluiranno poi in un lavoro collettivo che sarà utilizzato anche in chiave didattica dalle scuole superiori, nell'approccio che il 2021-2022 porterà verso lo scrittore altopianese.Il percorso Il Giornale di Vicenza precede e affianca il lavoro del Comitato nazionale in via di definizione che da Asiago coordinerà il centenario. Che prevede un convegno internazionale in due giorni, innanzitutto, a fine ottobre, con studiosi e scrittori per raccogliere nuovi spunti di interpretazione della produzione letteraria, contestualizzandola nel tempo e nei luoghi. Il 2022 sarà poi l'anno dell'Archivio Rigoni Stern, che moglie e figli dello scrittore hanno donato al Comune di Asiago ed è in fase di catalogazione e digitalizzazione. Una mole incredibile di appunti e quaderni, di foto e materiali potranno gettare nuova luce su Rigoni Stern, grazie anche alla collaborazione della Biblioteca Bertoliana che gestisce già l'Archivio degli scrittori vicentini ed è pronta a mettere in rete anche quello di Asiago. Nell'anno centenario il Giornale di Vicenza coinvolgerà anche l'Associazione nazionale alpini - Mario portò la divisa alpina alla scuola centrale militare di alpinismo ad Aosta e poi in guerra, in Albania e in Russia - e altre realtà altopianesi nella divulgazione dell'opera dello scrittore della montagna e dei boschi.

Suggerimenti