We Are Lane

Vicenza, ripartenza da mister Baldini purché venga ascoltato

Il tecnico biancorosso Francesco Baldini
Il tecnico biancorosso Francesco Baldini
Il tecnico biancorosso Francesco Baldini
Il tecnico biancorosso Francesco Baldini

Nulla cambia, ma tutto cambia in casa Vicenza. La scelta della società di confermare tutta l'area tecnica e continuare con il percorso di Paolo Bedin che presenterà gli obiettivi in conferenza stampa la settimana prossima, è la dimostrazione che il presidente Stefano Rosso e il patron Renzo, pensano che si debba ripartire con gli stessi uomini nonostante la retrocessione. Tranne uno però, l'allenatore, che adesso non solo ha il ruolo del jolly uscito dal mazzo di largo Rossi 9, ma avrà il compito di costruire la squadra e di dirigere l'area tecnica dal campo di allenamento e dalla panchina. Era chiaro fin da subito che Francesco Baldini sarebbe rimasto solo se l'area tecnica (Balzaretti e Vallone) fossero stati della partita. E così è stato. Ma adesso il tecnico dovrà trovare le sinergie più efficaci evitando gli errori commessi in passato: prima di tutto dovrà trovare quell'autonomia in panchina che non sempre in passato si è verificata e soprattutto dovrà costruire una squadra (modulo, uomini, idea di gioco) chiara e netta da subito, facendo le sue richieste alla società in modo coerente. È l'unico passo da intraprendere se si vuole risalire in serie B. Troppe mediazioni nell'ultimo anno hanno portato a Vicenza giocatori poco utili alla causa. La svolta passa dalla chiarezza e dall'autonomia del mister.

 

Leggi anche
Il Lane riparte senza stravolgimenti: Baldini resta, area tecnica confermata

eugenio.marzotto@ilgiornaledivicenza.it