plug&play

I podcast «branded»: l’arte di raccontare l’azienda

Raccontare le aziende con i Branded Podcast Seth Godin, una delle più autorevoli voci del digital marketing internazionale, sostiene: «Il marketing non riguarda più le cose che fai, ma le storie che racconti». Storie di persone e di prodotti, di evoluzioni e di rivoluzioni, di nuove scoperte e di tradizioni: racconti che fanno parte, di volta in volta con la loro unicità, del Dna di ogni azienda e che trovano nei canali di comunicazione digitale una serie di palcoscenici che permettono di raggiungere, ogni giorno, moltissimi interlocutori diversi. Palcoscenici frequentati, anzi frequentatissimi, da platee desiderose di ricevere contenuti di qualità e divenute sempre più consapevoli ed esigenti rispetto al ruolo della comunicazione di aziende e imprese. Tra queste vi è una platea che vede il proprio pubblico continuare a crescere in maniera sempre più rapida con livelli di successo sempre più alti: quella degli ascoltatori dei podcast. Negli ultimi anni, con un po’ di ritardo rispetto alcuni mercati, soprattutto quelli anglosassoni, anche in Italia abbiamo assistito ad una vera e propria esplosione del mercato dei podcast: secondo la prima indagine «Digital Audio Survey» di Ipsos nel 2022 il pubblico dei podcast nel nostro paese ha raggiunto quota 36%, circa 11,1 milioni di utenti tra i 16 e i 60 anni, in crescita di quasi 2 milioni rispetto il 2021. Un nuovo pubblico che trova nel podcast una fonte di informazione, di intrattenimento e uno spazio in cui potersi immergere in racconti e storie di ogni tipo, anche quelle in qualche modo riconducibili ad aziende e imprese. Tra le tipologie di podcast in più rapida espansione vi sono infatti i cosiddetti «branded podcast»: contenitori di racconti creati appositamente in forma audio e «firmati» da un'azienda per veicolare contenuti a lei vicini e che intende promuovere. Non meri messaggi commerciali, quindi, ma veri e propri racconti con struttura episodica che diffondano con tutta la personalità e l’empatia che la comunicazione audio sa creare, quello che sta a cuore ad un’azienda. In questo senso quindi il branded podcast può avere forme molto diverse: esistono prodotti più autoreferenziali in cui un’azienda si racconta dall’interno attraverso, ad esempio, le voci dei suoi protagonisti ma ad aver ancor più successo sono quei prodotti in cui il podcast viene utilizzato per approfondire temi legati all’azienda mittente del messaggio e che possano comunque trovare interesse e curiosità da un pubblico allargato, utilizzando stili narrativi sempre diversi. Attraverso i branded podcast quindi un’azienda può innescare un’operazione più profonda di una semplice azione di marketing: può sviluppare la propria identità di brand attraverso una narrazione che permetta di far convergere i propri valori con quelli del proprio pubblico per essere sempre più vicini, autorevoli e unici. Zeep! (www.zeep.agency), la nuova agenzia nata all’interno di Gruppo Editoriale Athesis, ha tra i propri obiettivi quello di aiutare le aziende a «a trovare la propria voce», sviluppando branded podcast originali che sappiano assumere un ruolo chiave nel veicolare le unicità di un brand.•.

Nicola Voltolin

Cliccando sul tasto “Abbonati” potrai sottoscrivere un abbonamento a Il Giornale di Vicenza e navigare sul sito senza accettare i cookie di profilazione.

Se preferisci invece continuare ad avere accesso gratuito a parte dei contenuti del sito, sostenendo comunque il lavoro dei giornalisti, tecnici e grafici de Il Giornale di Vicenza, accetta i cookie di profilazione cliccando "Accetta e continua": ti verranno mostrati annunci pubblicitari in linea con i tuoi interessi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy.

Abbonati