Vip & Curiosità

Lo schiaffo di Will Smith al presentatore degli Oscar ruba la scena alla vittoria della "statuetta"

Oscar: lo schiaffo di Will Smith

Will Smith vince il suo primo Oscar come migliore attore ma ruba la scena con un alterco fuori programma con Chris Rock. Il neo-premio Oscar per "King Richard - Una squadra vincente" poteva essere arrestato rischiando fino a sei mesi di carcere e 100 mila dollari di multa se il comico che aveva ironizzato sulla testa rasata di sua moglie Jada avesse deciso di fare denuncia. «Per ora ha deciso di non farlo», hanno detto fonti della polizia di Los Angeles a Deadline Hollywood mentre l'Academy censurava l'attore: «Non condoniamo la violenza in nessuna forma», ha fatto sapere l'organizzazione che attribuisce i premi più prestigiosi di Hollywood una volta conclusa la cerimonia.

 

 

Jada Pinkett Smith soffre di alopecia e da qualche mese, anzichè coprire la testa con sciarpe e cappelli, ha optato per un radicale taglio alla "G.I.  Jane": era stato questo il commento che Rock aveva fatto a sue spese per far ridere la platea. Smith, seduto con lei in prima fila, non ci aveva visto più lasciando esterrefatti gli spettatori della diretta sulla Abc. Sulle prime si era pensato a uno scherzo, uno sketch già in programma durante il segmento in cui Rock presentava i premi per il miglior documentario, ma l'insulto che ha accompagnato lo schiaffo ha presto tolto ogni dubbio: «Tieni il nome di mia moglie fuori dalla tua bocca», aveva detto Will mentre la censura televisiva prontamente bloccava l'audio cancellando una parolaccia.

 

 

Pochi minuti dopo l'alterco, Smith è tornato sul palco a ritirare il premio, e lì, visibilmente emozionato, si era paragonato a Richard Williams, il padre delle star del tennis Venus e Serena Williams di cui ha interpretato il ruolo che gli ha fatto vincere il premio. «La vita imita l'arte. L'amore ti fa fare pazzie», ha detto l'attore con le lacrime agli occhi: «Richard era un feroce difensore della sua famiglia: in questo momento nella mia vita sono sopraffatto da quel che Dio mi chiede di fare». Smith ha poi parlato del suo dovere di proteggere la famiglia dalla pressione di Hollywood.

 

 

Dopo lo scatto di rabbia, ma fuori dalla diretta, Denzel Washington ha cercato di calmare il collega: «Nel momento più alto devi stare attento, è lì che il diavolo viene a cercarti». Smith, che ha incassato il sostegno del figlio Jaden («Così si fa»), ha detto che spera di essere invitato di nuovo agli Oscar dopo quello che ha fatto. Ma nelle scuse con gli spettatori e l'Academy non ha incluso Rock.

«Mi dispiace enormemente per come Will sia riuscito a rovinare la serata più importante della sua vita -  ha scritto su Twitter il regista Gabriele Muccino che ha diretto l'attore in due suoi film -. Nessuno sa i pregressi di quel nervo tanto scoperto da fargli perdere così il controllo. Lui sa sempre come uscire da ogni situazione. Il fatto che ieri sia inciampato mi addolora».