Khaby Lame diventa il personaggio più seguito al mondo su TikTok

Khaby Lame, il giovane che ha iniziato a postare video muti su TikTok durante la pandemia da Chivasso (Torino) è diventato il personaggio più seguito al mondo su TikTok, con 142,4 milioni di follower. Con i suoi filmati ironici e comici, senza bisogno di un linguaggio parlato, ha sorpassato infatti Charli D’Amelio (142,2 milioni), ballerina statunitense che posta coreografie con canzoni di tendenza.
Khaby Lame, 22 anni, nato a Dakar e arrivato in Italia quando aveva un anno, è diventato famoso col social network, raggiungendo una popolarità tale da essere chiamato come giurato nella sezione dedicata ai tiktoker al festival di Cannes. Un’esperienza che gli ha fatto dire di volere tentare col cinema, dopo il lavoro come operaio nel Torinese e il licenziamento a marzo 2020, con la pandemia da Covid 19.

I video di Khaby Lame, brevi e tutti puntati sulla mimica del viso e sulla gestualità delle mani, comunemente identificati come gli sketch del tiktoker italiano, fanno dimenticare che la pratica per la cittadinanza non sia conclusa. Il creator è diventato comunque un simbolo e la sua fama la portato agli eventi più diversi. reali e virtuali: padrino d’eccezione per inaugurare la biblioteca per bambini degenti all’ospedale Gaslini di Genova a fine maggio, presenza nella classifica degli under 30 più influenti di Forbes a inizio maggio, insieme ai Maneskin, destinatario a marzo del premio La Moda veste la Pace 2022, riconoscimento assegnato in passato a Franca Sozzani, Valentino Garavani, Giorgio Armani, Carlo Capasa e Santo Versace. Tra i presenti a appuntamenti come l’addio di Valentino Rossi alle piste di Misano, nell’ottobre scorso, è diventato un personaggio da intervistare. A Torino, l’autunno scorso aveva raccontato: «Ho iniziato a lavorare a 17 anni per aiutare la mia famiglia. Ho fatto il cameriere, il muratore, l’aiuto cuoco, il lavavetri. Durante la pandemia sono stato messo in cassa integrazione e poi ho perso il lavoro. Allora ho cominciato a registrare video, passione che ho sin da bambino, con l’obiettivo di fare sorridere le persone. Ne pubblico uno al giorno, con regolarità . Non ho alcuna riserva di video, ne registro ogni mattina. Innanzitutto mi diverto io. E forse è questa è la chiave del successo». Torino ne ha un ricordo particolare, perchè proprio l’attuale sindaco, Stefano Lo Russo, aveva imitato lo stile del ragazzo a pochi giorni dal voto, a settembre 2021, quand’era candidato.