Vip e Curiosità

È morto Franco Cerri, il jazzista "in ammollo" di Carosello

Il mondo del jazz è in lutto per la morte del grande chitarrista Franco Cerri, mancato a Milano a 95 anni, Era considerato uno tra i più grandi e autorevoli artisti italiani. Ne dà conferma il pianista Enrico Intra, con cui aveva aperto la scuola Musica Oggi nel 1987. Ad annunciare la sua scomparsa, tra i primi, il figlio Nicolas con un post su Facebook: «Le sette note e le tre chitarre salutano con tanto affetto Franco Cerri, grande musicista e grande uomo. Fai buon viaggio, babbo». È Cerri tra i tre chitarristi italiani ad essere menzionato nell`Enciclopedia Treccani. 

«Abbiamo suonato insieme per mezzo secolo - racconta Intra - abitando insieme questo mondo del suono cui mancherà un ottimo docente di chitarra, perché Franco riusciva a cominciare tutta la sua esperienza e personalità d'uomo, era molto comunicativo, disponibile, educato, civile, umano, quelle belle doti che dovrebbero avere tutti quanti, era fortunato chi lo frequentava e quindi anche gli studenti».

Nel corso della sua carriera, Cerri ha suonato con artisti del calibro di Gorni Kramer, Chet Baker, Gerry Mulligan, Billie Holiday, Dizzy Gillespie, e in Italia anche con Tullio De Piscopo e Pino Presti.  Autodidatta incontrò l'occasione della sua vita nel secondo dopoguerra: suonare nell'orchestra di Kramer. 

 

 

L'artista era diventato popolare negli anni Sessanta, al grande pubblico della tv, anche come "uomo in ammollo" per una nota pubblicità di un detersivo di "Carosello".