Vip & Curiosità

Di Caprio dona 10 milioni di dollari alle forze armate ucraine. La nonna della star era di Odessa

Tante le stelle di Hollywood, ma anche del mondo della moda e della cultura sono impegnati in
queste ore ad aprire il portafoglio e aiutare concretamente l’Ucraina contro l’invasione russa.
C’è chi annuncia donazioni alle Ong che aiutano i bambini o i più deboli, ma c’è anche chi, come Leonardo Di Caprio, decide di versare 10 milioni di dollari direttamente nelle casse delle
forze armate ucraine. I primi a esporsi in prima linea sul fronte della solidarietà contro la guerra sono stati Mila Kunis e Ashton Kutcher: una delle coppie più celebri del cinema americano, oltre a versare tre milioni di dollari, ha lanciato la campagna GoFundMe «Stand With Ukraine», con l’obiettivo di raccogliere 30 milioni di dollari per aiutare in modo immediato coloro che hanno più bisogno. La Kunis è nata a Chernivtsi, in Ucraina, e si è trasferita con la sua famiglia negli Stati Uniti all’età di 7 anni. «Oggi sono orgogliosamente ucraina», ha detto la star di «Black Swan» sulla pagina della raccolta fondi. «Gli ucraini sono persone orgogliose e coraggiose che meritano il nostro aiuto nel momento del bisogno», ha aggiunto.

Un’altra star del cinema americano, Leonardo DiCaprio, ha deciso di fare la sua parte. Il protagonista di Titanic, come la Kunis, ha infatti radici ucraine: la nonna materna è originaria di Odessa, la città nel mirino da giorni della flotta russa. Ha deciso di donare ben 10 milioni di dollari alle forze armate ucraine per sostenere gli sforzi bellici e umanitari nel Paese: si tratta della somma più cospicua finora donata al Paese sotto attacco.

Anche la celebre top model americana Gigi Hadid ha annunciato di voler devolvere le sue entrate dell’ultimo mese a favore di chi soffre le conseguenze della guerra in Ucraina. Lo ha comunicato lei stessa sui social. «Seguendo le orme della mia amica Mica Arganaraz - scrive Hadid - mi impegno a donare i miei guadagni derivanti dalle sfilate dell’autunno 2022 per aiutare coloro che soffrono a causa della guerra in Ucraina».

Infine, anche J.K. Rowling, l’autrice della celebre saga di Harry Potter, ha annunciato via Twitter di voler fare una donazione fino a 1 milione di sterline (1,2 milioni di euro) a un ente di beneficenza, Lumos, che ha co-fondato per aiutare i bambini in Ucraina. La scrittrice inglese ha istituito nel 2005 questo ente di beneficenza a favore dell’area di Zhytomyr, a ovest di Kiev, dove oltre 1.500 bambini si trovavano negli orfanotrofi anche prima dell’invasione, è ora si trovano sotto attacco da parte delle forze russe. Le donazioni andranno a fornire cibo di emergenza, kit igienici e medici e a finanziare famiglie di sostegno e affidatari che si stanno prendendo cura dei minori sfollati e traumatizzati.