Nel Pacifico

Naufraghi su un'isola deserta: si salvano scrivendo "sos" sulla sabbia

.
L'isola deserta e l'enorme scritta "Sos". FOTO ANSA/EPA
L'isola deserta e l'enorme scritta "Sos". FOTO ANSA/EPA

Tre marinai della Micronesia, naufragati su un’isola sperduta nel Pacifico occidentale sono stati soccorsi grazie all’enorme scritta "Sos" che avevano fatto sulla sabbia. Lo riporta la Bbc.

 

Gli uomini, dispersi da tre giorni dopo che l’imbarcazione di 7 metri sulla quale viaggiavano aveva finito il carburante, sono stati trovati sulla piccola e disabitata isola di Pikelot, a 190 chilometri dalla destinazione prevista, da un elicottero della marina australiana. Sono tutti in buone condizioni e non hanno riportato nessuna ferita. Erano partiti dall’atollo di Pulawat e avrebbero dovuto percorrere 42 chilometri fino a quello di Pulap, ma non sono mai arrivati a destinazione.

 

L'isola deserta e l'enorme scritta "Sos". FOTO ANSA/EPA
L'isola deserta e l'enorme scritta "Sos". FOTO ANSA/EPA

 

Sabato erano partite le ricerche da Guam, poi un elicottero australiano decollato da una portaerei e diretto alle Hawaii per delle esercitazioni ha notato la grande scritta sulla sabbia e ha subito soccorso i marinai con acqua e cibo. Ora saranno riportati a casa da un pattugliatore della micronesia.

 

I soccorsi ai tre naufraghi. FOTO ANSA/EPA
I soccorsi ai tre naufraghi. FOTO ANSA/EPA

 

«Eravamo verso la fine delle operazioni di ricerca», scrive nel post il pilota del KC-135, il tenente colonnello Jason Palmeira-Yen. «Abbiamo guardato in basso e abbiamo visto un'isola, quindi abbiamo deciso di dare un'occhiata e in quel momento abbiamo visto l'Sos scritto sulla sabbia e una barca proprio accanto ad esso, sulla spiaggia. Da lì abbiamo chiamato in la marina australiana perché avevano due elicotteri nelle vicinanze che potevano sbarcare agevolmente sull'isola».