Tutti i premiati

Milano dà l'Ambrogino d'oro ai Ferragnez per l'impegno durante la pandemia

La coppia Chiara Ferragni e Fedez riceverà l’Ambrogino d’oro, la massima onorificenza concessa dal Comune di Milano a chi ha dato lustro alla città, per il loro impegno durante i mesi della prima ondata della pandemia. I due avevamo lanciato una raccolta fondi che aveva permesso di realizzare una terapia intensiva nuova all’ospedale San Raffaele. A decidere di assegnare l’onorificenza è stata l’apposita commissione del Comune di Milano, che comprende alcuni consiglieri e il presidente del Consiglio comunale.

La proposta di assegnare l’Abrogino d’oro ai Ferragnez il 7 dicembre in occasione della festa di Sant’Ambrogio come da tradizione, è arrivata da Forza Italia, dal consigliere Alessandro De Chirico.

 

Leggi anche
Conte chiama Fedez e Chiara Ferragni: «Aiutateci a convincere i giovani a usare la mascherina»

 

Nel 2020, anno segnato dalla pandemia che ha fatto tante vittime soprattutto in Lombardia, il Comune di Milano ha deciso di assegnare la Grande medaglia d’oro degli Ambrogini ai medici e agli infermieri caduti per il Covid. La proposta, che è stata accolta all’unanimità dalla Commissione per le benemerenze, è arrivata dal centrodestra, dal capogruppo di Fratelli d’Italia, Andrea Mascaretti. Le Medaglia alla Memoria, dedicate a chi ha dato lustro a Milano ed è scomparso, saranno assegnate invece a Beppe Allegri e Mauro Rosmini, due tassisti morti per Covid, a Cristina Cattafesta, attivista per i diritti delle donne e fondatrice del Cisda, il Coordinamento italiano di sostegno alle donne afghane, e a Raffaele Masto, giornalista di Radio Popolare.

 

I premiati:

 

Medaglia d’oro alla memoria

  • Operatori sanitari morti sul lavoro per Covid (Grande Medaglia d’Oro)
  • Beppe Allegri e Mario Rosmini (tassisti milanesi morti a causa del Covid)
  • Cristina Cattafesta (fondatrice della Casa delle Donne Maltrattate, fatta prigioniera nel 2018 in Turchia)
  • Raffaele Masto (cronista e inviato di Radio Popolare)

Medaglia d’oro

  • Suor Anna Monia Alfieri (presidente Istituto delle Marcelline)
  • Ambrogio Beccaria (primo italiano a vincere la Transatlantica)
  • Cosima Buccoliero (presidente del carcere minorile Beccaria e del carcere di Bollate)
  • Loredana Bulgarelli (deportata ad Auschwitz)
  • Fabio Concato (nome d’arte di Fabio Pittalunga, cantautore)
  • Elisabetta Dejana (ricercatrice oncologica)
  • Ernesto Emanuele (presidente di Famiglie Separate Cristiane)
  • Sergio Escobar (ex direttore del Piccolo Teatro di Milano)
  • Chiara Ferragni e Federico Leonardo Lucia (influencer e rapper, in arte Fedez)
  • Susanna Mantovani (docente di Pedagogia alla Bicocca e membro della commissione di Fondazione Cariplo)
  • Vincenzo Maria Mazzaferro (chirurgo oncologico presso l’Istituto dei Tumori)
  • Gabriella e Gigi Pedroli (fondatori del Centro dell’Incisione presso il Naviglio Grande)
  • Antonietta Romano Bramo (partigiana)
  • Claudio Trotta (produttore artistico)
  • Giorgio Vittadini (presidente Fondazione per la Solidarietà e ex capo della Compagnia delle Opere)