Viaggi & Turismo

Tamponi, braccialetti per il tracciamento, bar aperti: «Navi da crociera, unica zona verde d’Italia»

Le crociere salvate dai veti del nuovo dpcm perché considerate sicure
Le crociere salvate dai veti del nuovo dpcm perché considerate sicure

Rosso, arancione e giallo sono i colori delle regioni d'Italia ai tempi della pandemia. Ma esistono anche zone verdi lungo la Penisola: le navi da crociera in navigazione nei nostri mari. «Oggi la nave è l’unica zona verde che dà la possibilità di fare una vacanza sentendosi protetti, in un momento in cui l’intrattenimento è praticamente fermo». Lo dice Andrea Barbaro, responsabile di Ticketcrociere.

Salvate dai veti del nuovo dpcm perché considerate sicure, le crociere prevedono innanzitutto il test Covid-19 con tampone pre imbarco obbligatorio per tutti. In aggiunta, durante il viaggio, dopo quattro giorni di navigazione viene effettuato un secondo tampone. Tra le altre misure adottate, i braccialetti hi-tech che seguono lo stesso principio dell’app Immuni per il tracciamento anonimo dei contatti, la misurazione della temperatura corporea dei passeggeri prima dei pasti, i filtri per il riciclo dell’aria, la sanificazione delle cabine e delle aree comuni.

 

A bordo, inoltre, a differenza del resto d’Italia, non c'è la chiusura di bar e ristoranti alle 18 ne coprifuoco alle 22. E si può andare a teatro, in piscina, in palestra, al centro benessere. Ovviamente indossando.  sempre la mascherina nelle aree comuni, rispettando il distanziamento e l'igienizzazione delle mani. «Se siamo passati dallo stop, mentre il resto d’Italia “riapriva”, fino all’essere considerati unica zona verde, è merito del grande lavoro delle compagnie, che nei mesi di lockdown hanno messo a punto protocolli rigidi in grado però di far divertire gli ospiti» aggiunge Barbaro.

 

 

# Sposta il focus sul parent