In Europa

Un tuffo dove l'acqua è più blu: vulcani, dune e città romane

La tentazione dell'acqua non è mai stata così forte come quest'anno, il più caldo che si ricordi. Un tuffo è un modo per combattere l'afa e rigenerarsi, ma anche di scoprire luoghi che magari non sono così celebrati. Ne segnaliamo alcuni, in uno zig zag dentro il perimetro d'Europa.

Ungheria Il più grande lago termale del mondo è a Héviz e prende il nome dall'omonima città. Si trova nella parte settentrionale del monte Keszthely, vicino al lago Balaton. Lo praticavano già i Romani nella loro colonizzazione dell'Est ed ha una estensione di 47.500 mq. Ha un ricambio d'acqua continuo grazie alla sorgente profonda 38 metri ed una temperatura costante di 33 gradi in qualsiasi momento dell'anno, utile per varie terapie. Un sistema di passerelle e palafitte conduce al padiglione centrale, e periodicamente è ricoperto di ninfee rosse. www.visithungary.com/it.

Spagna Tra le più belle spiagge di Spagna c'è Rodas, sulle isole Cies della Galizia, costa atlantica nord-ovest. Si arriva in barca da Vigo. Quindici anni fa venne fatta conoscere da un quotidiano inglese e fu quasi presa d'assalto, ma è uno spettacolo incredibile per la sabbia bianchissima e l'acqua verde-blu. A fianco si estendono dune naturali e un lago salato. Un altro luogo assolutamente magico per un tuffo è Bolonia, spiaggia lunga 4 chilometri a 20 chilometri da Tarifa, zona di Cadice, Andalusia, quasi di fronte allo stretto di Gibilterra. E' uno dei paradisi del surf, sport che attira a Tarifa (dove si respira un clima arabeggiante che rinvia al Marocco lì di fronte) giovani da tutto il mondo: grandi dune e qualche formazione calcarea, alle spalle i pini marittimi. Quasi a ridosso della spiaggia c'è a città romana di Baelo Claudia, un borgo di pescatori che divenne centro commerciale e di scambi con l'Africa, fondata nel fondata alla fine del II secolo a.C.www.spain.info/it.

Germania Un tuffo in un vulcano spento? Non accade solo in Centro America. L'Eifel, nella Renania-Palatinato, è un'antica terra di vulcani addormentati, oggi parte dell'omonimo Parco Nazionale. Nel paesaggio insolito spiccano i laghi di forma quasi circolare come Gemündener Maar e il Pulvermaar: il secondo formatosi 23.000 anni fa, misura 700 m di diametro ed è uno dei laghi più profondi (74 m) della Germania. Le sue acque di colore blu intenso incorniciate dal verde dei boschi, ne fanno una "piscina" perfetta per nuotare. vwww.eifel.info.

Francia Il luogo dove sarebbe bello tuffarsi, ma la balneazione è vietata, sono le Gole del Verdon, straordinario canyon lungo 50 km che però è percorribile in canoa, nell'Alta Provenza. Un altro luogo singolare sono le Gole del Verdouble, 1 chilometro dal villaggio di Duilhac-sous-Peyrepertuse, vicino ad un antico mulino, dove si susseguono le cascate e le pozze. Un luogo fuori dal mondo, siamo in Occitania, nei Pirenei orientali. Nelle vicinanze da vedere il castello di Peyrepertuse e il paesino di Cucugnan col castello cataro. www.france.fr. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Nicoletta Martelletto