Rinasce il Petrarca, il rifugio in grado di resistere alle valanghe

Il nuovo rifugio Petrarca sull'Alta via di Merano
Il nuovo rifugio Petrarca sull'Alta via di Merano
Il rifugio in grado di resistere alle valanghe

Nel 2014 era stato distrutto da una valanga. Oggi è finalmente rinato. È stato inaugurato nei giorni scorsi il nuovo rifugio Petrarca, a quasi 2.900 metri di quota, sull'Alta via di Merano. l lavori sono durati due anni e costati 6,2 milioni di euro. La forma dell'edificio ereditata dalla nautica (come la prua di una nave), permette infatti di disperdere l'energia di un eventuale impatto con slavine e rocce.

Il nuovo Petrarca si sviluppa attualmente su cinque piani per un volume totale pari a 3.300 metri cubi e una superficie di 750 metri quadri. La struttura può ospitare fino a 76 persone, oltre ai 15 posti letto dedicati al personale. La sala da pranzo, posta al piano terra, conta invece ben 92 posti a sedere.

Il rifugio, importante punto di appoggio alpino e punto nodale per tanti sentieri e itinerari di mountain biker, è raggiungibile attraverso il percorso Alta Via di Merano da Plan e dalla val di Fosse - Casera di Fuori. Si trova nel Parco naturale Gruppo di Tessa al declivio a sud delle alpi Ötztaler. È al punto finale della 10a tappa dell’Alta Via del Tirolo.