Viaggi & turismo

Isole «Covid-free»: Sicilia, Sardegna, Capri e le altre. Il piano di vaccini per riaprire al turismo

Capri
Capri

Sicilia e Sardegna. E poi Capri, Ischia e Sorrento per cominciare. Ma  anche le Eolie e le Egadi, le Pontine, l’Isola d’Elba e il Giglio. L’Italia, su modello della Grecia, progettale isole «Covid-free» per aprire così ai turisti in sicurezza. «Si può fare - ha detto il ministro del Turismo Massimo Garavaglia -, il punto è creare meccanismo per cui sia semplice circolare, la direzione mi sembra abbastanza chiara».

Il modello è la Grecia che già da qualche mese sta realizzando isole «Covid-free» tanto che a fine aprile tutti gli abitanti delle 69 isole saranno vaccinati e dal 14 maggio la Grecia aprirà la sua stagione turistica con obbligo di tampone o vaccino per chi arriva. Ed è già boom di prenotazioni da tutto il mondo. L’idea è quella di studiare anche in Italia un piano vaccinale ad hoc per i lavoratori e i residenti delle località di vacanza in modo da creare dei luoghi «Covid free» e far ripartire il prima possibile il turismo.

 

SICILIA E SARDEGNA

Sicilia e Sardegna hanno chiesto al presidente del Consiglio Mario Draghi di rendere le due isole «Covid-free». «La nostra condizione di insularità che limita i punti di accesso a porti e areoporti, rende più semplice il controllo sanitario - scrivono in una nota congiunta i due governatori Nello Musumeci e Christian Solinas che si sono detti disponibili ad acquistare a proprie spese le dosi di vaccino necessarie -. Se procediamo velocemente alla vaccinazione dell’intera popolazione, potremo ospitare in piena sicurezza i turisti».

 

ISCHIA CAPRI E LE ISOLE DELLA CAMPANIA

La Regione Campania ha già predisposto un piano da 20mila vaccinazioni per le sue isole che ogni anno attraggono migliaia di turisti da tutto il mondo, Stati Uniti in testa. Entro fine aprile, infatti, tutti i residenti e i lavoratori delle isole di Ischia, Capri, Procida e a seguire della costa Sorrentina, verranno vaccinati. 

 

LE ALTRE ISOLE "MINORI"

L'appello dei sindaci delle piccole isole per una vaccinazione di massa risale al mese scorso. E la richiesta è stata accolta dal commissario all'emergenza Francesco Figliuolo che avrebbe inviato una lettera ai sindaci per vaccinare gli abitanti da fine aprile e salvare la stagione estiva.