Viaggi e turismo

Gardaland pronto ad aprire in sicurezza. In arrivo Legoland, il parco acquatico dei mattoncini

A metà maggio sarà inaugurato Legoland® Water Park Gardaland
A metà maggio sarà inaugurato Legoland® Water Park Gardaland

Gardaland è pronto ad aprire in sicurezza i cancelli a fine aprile per una nuova stagione di divertimento novità.

Il Parco divertimenti gardesano guarda al futuro con ottimismo e si prepara ad inaugurare a metà maggio Legoland® Water Park Gardaland, primo parco acquatico Legoland® d’Europa, per il quale è stato stanziato un investimento di ben 20 milioni di euro. Nel cantiere si sta ultimando il portale d’ingresso, che permetterà di accedere ad un fantastico mondo di mattoncini Lego® e si sta preparando il riempimento delle vasche mentre già spiccano gli immensi scivoli colorati tutto intorno.

Ma le novità coinvolgono anche molte delle aree più iconiche del Parco. Nuovi binari hanno sostituito le rotaie originarie di Shaman, così da migliorare l’esperienza sulle prime montagne russe del Parco, che consentiranno un volo più fluido, scorrevole e immersivo. Non sono mancati lavori di restauro e abbellimento delle scenografie di due apprezzatissime attrazioni per bambini, DoremiFarm e FunnyExpress. E per aumentare il comfort degli ospiti a bordo di Blue Tornado e migliorare la loro esperienza di “volo”, è stata resa più comoda la seduta grazie ad una speciale imbottitura. Infine, l' attrazione Volaplano è pronta a ripresentarsi agli ospiti in una nuova veste: gli aeroplanini tornano infatti a “volare” sul Fantasy Kingdom.

 

 

Massima attenzione da parte di Gardaland anche alla sicurezza. Il protocollo sviluppato lo scorso anno - per il quale era stato stanziato ben 1 milione di euro - ha funzionato e continuerà ad essere applicato anche nel 2021 con l’aggiunta di ulteriori miglioramenti. «La limitazione degli ingressi giornalieri e la prenotazione obbligatoria della data di accesso al parco, unitamente a tutte le altre misure adottate per garantire distanziamento e sanificazione, hanno funzionato, tanto che non è stato registrato nessun contagio tra gli ospiti» afferma Aldo Maria Vigevani, amministratore delegato di Gardaland. Quest’anno verranno aggiunte ulteriori facilitazioni per l’accesso alle attrazioni e il miglioramento dell’App per la gestione delle file.

«Ovviamente, siamo consapevoli dell’attuale situazione ma confidiamo nelle misure che il Governo ha varato e nelle indicazioni che verranno date nel prossimo Dpcm per le attività nella primavera inoltrata» conclude Vigevani.

La ripartenza della stagione di Gardaland è fondamentale anche per la tutela dell’occupazione dei 230 dipendenti fissi, attualmente in Fis (Fondo Integrazione Salariale), e degli oltre mille lavoratori stagionali che il Parco coinvolge, oltre che per il rilancio dell’economia del territorio grazie alle aziende dell’indotto.