Covid, Croazia: abolite tutte le restrizioni ai confini

Da oggi non ci sono più restrizioni legate al Covid-19 ai confini della Croazia per l’ingresso nel Paese. Lo ha reso noto l’Unità di crisi della Protezione civile. Lo scorso 7 aprile erano già state revocate quasi tutte le misure di protezione, inclusi i limiti ai raduni pubblici, come anche le limitazioni agli orari di lavoro dei bar, ristoranti e locali notturni. Era rimasto l’obbligo per i cittadini dei Paesi non-comunitari di presentare un Covid pass all’ingresso nel Paese, regola da oggi abolita e che di fatto mette fuori uso anche il green pass in generale. Resta in vigore unicamente l’obbligo di indossare le mascherine negli ospedali, nelle strutture sanitarie, nei centri di assistenza per gli anziani e nelle farmacie. Negli ultimi giorni il totale dei nuovi contagi si aggira intorno ai 500 al giorno, mentre i decessi sono in media cinque, numeri che non rappresentano alcuna pressione sul sistema sanitario nazionale. Dall’inizio della pandemia nel Paese balcanico sono stati confermati 1,1 milioni di casi positivi, su una popolazione di 3,9 milioni di abitanti. I morti per conseguenza del virus sono stati finora 15.843. La Croazia resta tra i Paesi europei con una bassa percentuale di vaccinati, pari al 68,7 per cento della popolazione adulta.