Viaggi e Turismo

Albergatore "verde", una notte gratis in hotel per chi non usa l'auto. E un albero piantato a passo Campolongo

Passo Campolongo (Foto sito Alta Badia)
Passo Campolongo (Foto sito Alta Badia)
Passo Campolongo (Foto sito Alta Badia)
Passo Campolongo (Foto sito Alta Badia)

Michil Costa, eccentrico titolare dell’albergo a cinque stelle in val Badia, ci riprova: un albero piantato a passo Campolongo per chi, durante il suo soggiorno a Corvara, non tocca l’auto per tre giorni e una notte gratis in albergo per chi non la usa per sei giorni: è questa l’iniziativa dell’hotel La Perla per ridurre il traffico sulle strade delle Dolomiti. «Sono convinto che la sensibilità ecologica va incentivata», spiega l’albergatore "verde" ha recentemente pubblicato il libro FuTurismo.

Chi fa il check in nell’hotel La Perla viene invitato a lasciare le chiavi dell’auto. Se l’ospite accetta, troverà l’auto parcheggiata infiocchettata con un grande nastro verde. Se il mezzo rimane parcheggiato per tre giorni l’albergo gli dona un albero che verrà piantato nei dintorni del Campolongo grazie al progetto WOWnature creato da Alta Badia per contribuire alla riforestazione delle aree colpite dalla tempesta Vaia. Se l’ospite lascia la sua auto parcheggiata per sei giorni gli verrà offerta una notte da trascorrere nell’albergo la prossima estate. «L’iniziativa non è nuova - ricorda Costa -, dieci anni fa fu infatti un flop, ma sono convinto che in questi anni qualcosa sia cambiato nella società, soprattutto alla sensibilità delle giovani generazione».