Viaggi e turismo

Japan Airlines, cure pagate ai passeggeri in caso di contagio Covid

Fino a 150mila euro per i passeggeri dei voli internazionali
Una persona davanti alo logo di Japan Airlines a Tokyo
Una persona davanti alo logo di Japan Airlines a Tokyo
Una persona davanti alo logo di Japan Airlines a Tokyo
Una persona davanti alo logo di Japan Airlines a Tokyo

I passeggeri che utilizzano i voli internazionali della Japan Airlines (Jal) avranno i costi della quarantena e delle cure mediche rimborsate nel caso dovessero contrarre il Covid durante il viaggio all'estero. Lo ha reso noto la compagnia aerea, spiegando che il servizio sarà offerto gratuitamente con i biglietti acquistati fino al 30 giugno 2021, e riguarderà i viaggiatori che sono risultati positivi fuori dai confini nazionali ed entro 31 giorni dalla data di partenza del primo volo.

Il servizio dal nome "JAL Covid-19 Cover," è frutto di una partnership con il gruppo assicurativo tedesco Allianz, e prevede un rimborso fino a 150mila euro per le spese mediche, e fino a 100 euro al giorno per l'alloggio durante il periodo di quarantena, per una durata massima di 14 giorni.

Al momento, il servizio - che non è polizza assicurativa riferisce Jal, riguarderà solo i viaggi d'affari, ma non si esclude possa essere allargato ai turisti non appena ci sarà un alleggerimento delle restrizioni. La controllata low cost Zipair fornirà lo stesso servizio per i voli tra Tokyo e Honolulu, nelle isole Hawaii, fino al 31 marzo. Prestazioni simili sono già offerte dalla Emirates e dal vettore britannico Virgin Atlantic.