Viaggi e turismo

Dal 15 febbraio test e isolamento per chi arriva in Italia dall'Austria

Test e isolamento per i viaggiatori provenienti dall’Austria dove circola la variante sudafricana. Lo prevede la nuova ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza, al fine di arginare la diffusione delle varianti Covid. Restrizioni ancora più severe anche per chi rientra dal Brasile: «La lotta alla pandemia non si ferma. La diffusione delle varianti Covid ci impone la massima prudenza. Per questo ho appena firmato un’ordinanza che proroga le limitazioni all’ingresso di viaggiatori provenienti dal Brasile ammettendo il rientro solo per chi abbia la residenza anagrafica in Italia o per casi eccezionali». Lo annuncia su Fb il ministro della Salute Roberto Speranza. «Chi rientra dovrà sottoporsi a test prima della partenza e all’arrivo e all’isolamento fiduciario di 14 giorni con ulteriore tampone finale».

L’ordinanza che prevede test e isolamento per i viaggiatori provenienti dall’Austria entrerà in vigore da lunedì 15 febbraio.

 

IN AUSTRIA. Al Brennero, anche l'Austria da ieri non controlla solo i viaggiatori in ingresso ma anche in uscita dal paese. È infatti scattato l'isolamento del land Tirolo, imposto da Vienna per limitare la diffusione della variante sudafricana. Chi lascia il Tirolo deve essere in possesso di un tampone negativo, chi entra in Austria deve anche essersi registrato su una piattaforma online. L'obbligo di tampone negativo riguarda anche gli spostamenti interni. Viene perciò anche controllato chi si sposta dal Tirolo direttamente in un altro land austriaco. Chi viene fermato senza referto rischia una multa di 1.450 euro. Esentati sono i bambini sotto i dieci anni.